29 marzo 2016

Cernusco Lombardone, nomade arrestata per resistenza a pubblico ufficiale
Le manette sono scattate alle prime ore di martedì in stazione. La donna aveva già ricevuto il provvedimento di espulsione, nel pomeriggio il processo.
Cernusco Lombardone, nomade arrestata per resistenza a pubblico ufficiale

Questa mattina i Carabinieri della Stazione di Merate, impegnati nelle consuete attività di controllo, mentre transitavano nei pressi della Stazione Ferroviaria di Cernusco Lombardone hanno notato una donna, con un fazzoletto sul capo, che alla vista dei militari ha accelerato l’andatura. Riconosciutala, visto che si trattava di una nomade nota all’ufficio poiché solita chiedere l’elemosina alle autovetture ferme ai semafori di Merate, Robbiate, Cernusco Lombardone e del ponte di Paderno d’Adda, i carabinieri hanno deciso di procedere all’ennesimo controllo, constatando che la donna aveva disatteso il provvedimento di divieto di ritorno nel Comune di Cernusco Lombardone per un anno, emesso dalla Questura di Lecco nel mese di settembre dell’anno scorso ed inoltre non aveva ottemperato all’obbligo di lasciare il territorio nazionale entro il 22 marzo.
I militari hanno così condotto la donna in caserma: a quel punto la nomade ha iniziato a spintonare i carabinieri, dopodichè si è sdraiata per terra. Dopo ripetuti tentativi da parte dei militari di ricondurre alla ragione la donna, la stessa -  R.C., romena nata nel 1975, giù censurata per reati analoghi - è stata quindi dichiarata in stato di arresto per resistenza a pubblico ufficiale e condotta in caserma, ove è stata trattenuta in camera di sicurezza.
Nel pomeriggio odierno avrà luogo il processo per direttissima presso il Tribunale di Lecco.





Nessun commento:

Posta un commento

Print