Modena: donna uccide compagno a coltellate. Lo ha anche evirato

immagine di repertorio
23 giugno 2017

L’omicidio alle 6 del mattino in un appartamento di un quartiere residenziale. La vittima è l’imprenditore Claudio Palladino di 60 anni. E’ stata l’omicida stessa ad avvertire la polizia


Claudio Palladino, sessantenne dirigente d’azienda, è stato ucciso con diverse coltellate venerdì mattina a Modena dalla sua compagna Verona Popescu. L’omicidio è avvenuto verso le 5 e le 6 di mattina È stata la donna, una romena di pochi anni più giovane, a chiamare la polizia e a consegnarsi agli agenti. Il delitto è avvenuto nella casa della coppia, in una zona residenziale della città emiliana. I vicini hanno reso noto di aver udito urla provenire dall’appartamento, ma dicono che si trattava di una coppia «tranquilla». Secondo alcune testimonianze, la romena era l’ex badante dei genitori della vittima. L’omicidio sarebbe avvenuto al culmine di una lite mentre l’uomo e la donna si apprestavano a fare colazione. 

Dubbi sulla salute mentale della donna
La donna avrebbe colpito il compagno con otto coltellate tra addome e torace e poi lo avrebbe anche evirato. Non è ancora chiaro il movente dell’omicidio: nell’interrogatorio a cui è stata sottoposta avrebbe dato una ricostruzione che gli inquirenti hanno definito «fantasiosa». «La donna è stata arrestata in flagranza di reato per omicidio volontario aggravato - spiega Lucia Musti, procuratore capo di Modena - Sulla sua confessione possiamo soltanto dire che il racconto fornito sulla dinamica dei fatti è conforme alle prime risultanze della polizia scientifica. Sotto questo punto di vista la confessione è credibile. Sul fronte del movente, invece, quanto riferito da lei è molto fantasioso. Sembra sincero, il suo racconto, ma è un racconto che induce il pm a fare accertamenti sulle condizioni di salute della signora».

 



Print