18 gennaio 2016

Maltrattavano fisicamente e psicologicamente alcuni minori - inabili psichici - affidati per la vigilanza, assistenza e sostegno psicologico, a una comunità-alloggio di Licata (sottoposta a sequestro preventivo).

Una assistente sociale, responsabile della gestione della struttura, "Suami onlus" - C. F., 33 anni, di Licata - è stata arrestata e posta ai domiciliari; per tre operatori è scattato il divieto di dimora nella provincia di Agrigento e l'amministratore è stato interdetto dall'esercizio.
L'ordinanza cautelare è stata disposta dal Gip del tribunale di Agrigento, Alessandra Vella su richiesta del sostituto procuratore della Repubblica Alessandro Macaluso.
Nell'ambito dell'operazione, condotta dai carabinieri e denominata "Catene spezzate", sono complessivamente otto le persone iscritte nel registro degli indagati.

Fonte: http://www.nuovosud.it/34262-cronaca-agrigento/licata-maltrattamenti-disabili-psichici-arrestata-unassistente-sociale


Nessun commento:

Posta un commento

Print