5 gennaio 2016

Tre colpi in dieci giorni circa. Due Autogrill saccheggiati e un totale di poco più di 1.300 euro intascati. Sono stati acciuffati dagli uomini della Squadra Mobile di Arezzo due trentenni del Valdarno ritenuti i responsabili delle rapine commesse da fine anno nei bar presenti lungo il raccordo autostradale.
“Scusami, sono disperato”. Così F.L., 33 anni valdarnese, si è rivolto alla barista rapinata per la seconda volta in una settimana per poche centinaia di euro.
Lui, con piccoli precedenti, disoccupato e senza fissa dimora, in soli dieci giorni è riuscito, con l’aiuto della fidanzata (P.E. valdarnese di 30 anni), a portare a compimento ben tre rapine ai danni dei due Autogrill che si trovano nelle stazioni di rifornimento Q8 e Tamoil lungo il raccordo autostradale.
1.373 euro il bottino ricavato durante i tre distinti episodi che si sono consumati il 28 dicembre, il 5 e il 9 gennaio.
“Abbiamo rintracciato il 33enne – spiega il dirigente della Squadra Mobile, Giovanni Schettino – poche ore dopo l’ultimo colpo. Era in auto con la fidanzata. Ci ha detto di essere ad Arezzo per fare la spesa la supermercato. E’ stata la sua compagna, una volta trasferita in questura, a raccontarci come erano andate realmente le cose”.
I due Bonnie e Clyde, secondo quanto ricostruito nelle indagini dalla Squadra Mobile, avevano elaborato una tattica ben precisa. Lei si metteva alla guida dell’auto. Lui invece, nel primo caso armato di pistola, faceva irruzione dentro al locale e costringeva la commessa a farsi consegnare il denaro della cassa. Poi usciva e raggiungeva di nuovo la compagna fuggendo insieme a tutta velocità.
Sarebbe stato durante il secondo colpo, quello commesso il 5 gennaio nella stazione Q8, che il rapinatore si è ritrovato di fronte la stessa commessa della prima rapina.
“Ma perché rapini sempre me?” le avrebbe chiesto la giovane. “Perché – ha risposto lui – sono disperato”.
Questa mattina il giudice del tribunale di Arezzo ha provveduto alla convalida dell’arresto. La fidanzata del 33enne invece deve rispondere del reato di concorso in rapina.
All’operazione ha preso parte anche il personale della Squadra Volanti che da qualche tempo opera sotto il coordinamento del nuovo dirigente, il commissario capo Luigi Stanzione.

http://www.arezzonotizie.it/cronaca/rapine-autogrill-acciuffati-i-bonnie-e-clyde-del-raccordo-a1-lo-abbiamo-fatto-perche-siamo-disperati/


Nessun commento:

Posta un commento

Print