17 agosto 2015

aggiornamento del 22 dicembre 2015
In carcere con l'accusa di infanticidio volontario e occultamento di cadavere.
Al termine di una lunga indagine sono infine scattate le manette per Marianna Roshka, 32enne residente a Montepaone (Catanzaro) nella cui abitazione, il 17 agosto scorso, è stato trovato il corpicino senza vita di una neonata, chiuso in una valigia riposta in un armadio.
La donna, ucraina, si era presentata in ospedale, a Soverato, dicendo di non sentirsi bene. Ma i medici avevano immediatamente individuato i segni di un parto recente.
Poi la perquisizione delle forze dell'ordine e la macabra scoperta.
In questi mesi gli inquirenti hanno cercato di appurare se sia trattato di un aborto o di omicidio. E i risultati delle analisi non lascerebbero adito a dubbi: la piccola è nata viva ed è stata soppressa.
Per questo il gip ha emesso l'ordine di custodia cautelare e la R. è stata portata in una struttura protetta in attesa del processo.

Fonti:
http://www.unionesarda.it/articolo/cronaca/2015/12/22/uccide_il_beb_e_lo_nasconde_in_una_valigia_madre_32enne_arrestata-68-453256.html
http://www.si24.it/2015/12/22/soverato-uccise-la-figlia-arrestata-la-madre-la-donna-aveva-partorito-la-bambina-in-casa/176037/


Nessun commento:

Posta un commento

Print