7 ottobre 2015

Viavai a ogni ora, denunciata rumena per favoreggiamento prostituzione

LECCE – Le vie del sesso sono infinite e non riguardano soltanto il quartiere Rudiae-Ferrovia e zone limitrofe, dove i controlli nelle ultime settimane si sono fatti serrati, ma anche altre aree di Lecce. Anche ben più lontane dal centro. E questo forse alla ricerca di più tranquillità e anonimato, lontano da occhi indiscreti. Anche se ormai sempre meno cittadini si voltano dall'altra parte davanti a certi fenomeni.  
E' successo, per esempio, nella più nascosta via Fiesole, nuove palazzine nei pressi di viale della Cavalleria, dove gli investigatori della squadra mobile hanno scoperto una casa in cui si sarebbe esercitata la prostituzione.  Nei guai è finita la locataria dell’appartamento, una 25enne, rumena, D.A.I.,denunciata a piede libero per favoreggiamento alla prostituzione.
Sono state proprio le chiamate di alcuni cittadini residenti nelle vicinanze, infastiditi e anche preoccupati per un viavai del tutto anomalo, negli ultimi tempi, a innescare le indagini.  Più di qualcuno ha indicato alla polizia un appartamento in particolare dal quale entravano e uscivano persone a diverse ore del giorno e della notte.
La squadra mobile ha svolto quindi alcuni accertamenti, per poi procedere a un controllo. All’interno i poliziotti hanno identificato, nella mattinata di lunedì 5 ottobre, due ragazze rumene, una delle quali intenta a prostituirsi. La ragazza che ha aperto la porta, locataria dell’appartamento, è quella finita nei guai. L’altra, è risultata sua ospite.





Nessun commento:

Posta un commento

Print