10 settembre 2015

Firenze, 10 settembre 2015 - Ha lasciato che il nipotino di tre anni le sfuggisse di mano, probabilmente senza neanche rendersene conto talmente era alto il tasso alcolico nel sangue della nonna cinquantenne, originaria della Romania, che già qualche anno fa era stata denunciata dalle forze dell'ordine per abbandono di minore. Da quanto spiegato, intorno alle 14.20 gli agenti hanno notato il piccolo che attraversava in via Chiusi, all'Isolottorischiando di essere travolto dalle auto. Sono riusciti a bloccarlo prima che facesse la stessa cosa nella trafficatissima via Canova. Il piccolo impaurito, sapeva dire solo il suo nome. 

Subito sono iniziate le ricerche per rintracciare i familiari, a cui hanno contribuito anche polizia municipale e carabinieri, fino a quando, intorno alle 15, il bambino ha indicato la nonna paterna che usciva da un centro commerciale di via Canova. La donna, chiaramente ubriaca, stava bevendo vino da una bottiglia e ne aveva altre due in una borsa. Secondo quanto ricostruito la madre del bimbo, arrivata sul posto non appena avvisata dell'accaduto, lo aveva affidato alla nonna dalla mattina, per andare a lavorare.La nonna del bimbo è stata denunciata per abbandono di minore e sanzionata per ubriachezza manifesta. 


Nessun commento:

Posta un commento

Print