11 agosto 2015

Acerra. Nigeriana tenta di uccidere marito a coltellate, poi lo costringe a gettarsi dal balcone: arrestata

I carabinieri della stazione di Acerra, insieme ai colleghi dell’aliquota radiomobile di Castello di Cisterna hanno tratto in arresto Edith Igbinosa, nigeriana, 30enne, domiciliata ad Acerra, responsabile del tentato omicidio del marito.
I militari dell’Arma sono intervenuti d’urgenza in via Solferino dopo segnalazione al 112. Sul posto hanno accertato che la donna, al culmine di una violenta lite scoppiata per futili motivi e presa da una furiosa crisi, aveva prima tentato di colpire il marito 31enne con un grosso coltello da cucina e poi l’aveva costretto ad avvicinarsi alla ringhiera del balcone e a lasciarsi cadere nel vuoto da circa 6 metri.
All’arrivo dei carabinieri la donna ha minacciato di far cadere nel vuoto anche il figlio di 8 mesi che teneva in braccio, ma è stata dissuasa dai militari e da un suo connazionale accorso sul posto, che è riuscito a farsi dare il neonato.
Il marito è stato trasportato alla clinica Villa dei Fiori dove i medici gli hanno diagnosticato una frattura al calcagno sinistro guaribile in 30 giorni. Il coltello è stato sequestrat, la donna ora si trova nel carcere di Pozzuoli.

link alla notizia:
http://www.ilmattino.it/NAPOLI/CRONACA/nigeriana_marito_coltellate/notizie/1511164.shtml 


Nessun commento:

Posta un commento

Print