25 luglio 2015

Ricattava un impresario edile 18 anni più vecchio di lei: voleva 100mila euro dopo un’interruzione di gravidanza difficile da superare. Incinta, però, non lo era mai stata.
Come riportato sulle pagine de il Giornale di Vicenza, la vittima del tentativo di estorsione è l'imprenditore D.Z. originario di Valdagno e residente in un Comune del Padovano, con attività anche a Sandrigo. Lei, M.Q., 47 anni, albanese, residente a Cornedo, lo aveva incontrato nel 2014 grazie ad un annuncio pubblicato su una rivista. I due avevano iniziato una relazione continuativa, anche se i molti impegni della donna, di professione cantante, e lo stile di vita dell'imprenditore avrebbero permesso pochi appuntamenti. Durante alcuni di questi la donna, però, avrebbe preteso di fare sesso senza il preservativo.
Alla fine del rapporto, la 49enne non si è voluta arrendere puntando anche al denaro dell'ex compagno. "Sono incita" gli avrebbe detto, fingendo una gravidanza, ufficialamente interrotta mediate in una clinica ginecologica. A pagare l'intervento costato 5mila euro e mai avvenuto, fu l'imprenditore.
Ricevuti i soldi per l'aborto, le richieste economiche sono continuate sfociando in vere e proprie minacce. La cantante infatti diceva di soffrire psicologicamente per la gravidanza interrotta, e avrebbe chiesto un indennizzo di 100mila euro all'imprenditore: "Se non paghi lo dico ai miei fratelli che vengono da te e dai tuoi figli", avrebbe minacciato la donna. Con un azienda in fallimento, inpaurtito per le sorti ai suoi cari, l'uomo si è rivolto ai carabinieri.
Giovedì pomeriggio alla consegna di 3.200 euro, quella che avrebbe dovuto essere una prima transazione tra i dure, c'erano anche gli uomini dell'arma che hanno arrestato la cantante. Durante interrogatorio la scoperta della finta gravidanza.
Fonte: http://www.vicenzatoday.it/cronaca/cornedo-ricatta-l-amante-inventando-una-gravidanza-arrestata.html





Nessun commento:

Posta un commento

Print