27 marzo 2015

Angela Lanza, 62enne piacentina, moglie della vittima Giovanni Mutti, risulta indagata per l'omicidio del marito avvenuto nella loro casa a Quarto. Il pm Antonio Colonna non ha ritenuto opportuno il fermo della donna perché, fanno sapere dalla questura, ci sono in corso ulteriori accertamenti per capire l'esatta dinamica dell'accaduto. Fino ad ora tutto lascia presumere che la donna abbia agito probabilmente per legittima difesa dopo l'ennesimo litigio con il marito, il quale potrebbe averla aggredita con violenza. Per lei potrebbe profilarsi quindi l'accusa di omicidio per eccesso colposo o legittima difesa.
La moglie condotta in questura nella notte è stata interrogata fino a questa mattina alla presenza del pm e del dirigente della squadra mobile Salvatore Blasco, che insieme ai suoi uomini, conduce le indagini. Lucida ma sotto choc ha ricostruito quegli istanti con gli inquirenti: al culmine dell'ennesimo diverbio, per difendersi potrebbe aver colpito il marito con un paio di fendenti utilizzando un coltello da cucina. Subito dopo ha chiamato i soccorsi del 118 che una volta sul posto non hanno potuto far altro che constatare il decesso del pensionato trovato riverso in una pozza di sangue nella camera da letto.
La donna avrebbe ripetuto più volte: «Che cosa ho fatto!». Le indagini degli investigatori proseguono senza sosta per far luce sull'omicidio. Nelle prossime ore intanto è stata disposta l'autopsia. La moglie è stata anche sottoposta a una visita medica.
-----------------------
Giovanni Mutti, piacentino di 64 anni, è morto nella sua villa vicino a Quarto la notte tra il 26 e il 27 marzo. E’ stato ucciso da alcune coltellate in pieno petto al primo piano della lussuosa villa che si trova in strada della Lombardina, una direttrice interna che collega strada della Regina e Pittolo. Ad ucciderlo potrebbe essere stata la moglie al culmine di una lite in casa, forse per difendersi dall’ennesima violenza da parte del coniuge.
La donna è stata portata in questura e interrogata per tutta la notte dagli agenti della squadra mobile di Piacenza, intervenuti con i colleghi della Scientifica e delle Volanti. Sul posto è arrivato anche il sostituto procuratore di Piacenza Antonio Colonna: in queste ore gli investigatori della questura e la Procura stanno vagliando attentamente il racconto della donna circa quei drammatici istanti.
Da una prima ricostruzione pare che marito e moglie fossero da soli in casa. Poco prima dell’una è scoppiata l’ennesima lite. Sembra che la moglie abbia poi riferito agli inquirenti che il marito la picchiava spesso in casa. Questa volta però è spuntato un coltello da cucina con il quale il 64enne è stato colpito per almeno due volte vicino al cuore.
L’aggressione sarebbe avvenuta in camera da letto al primo piano, e l’uomo si sarebbe poi trascinato fin vicino alle scale per poi morire in un lago di sangue. Qui lo hanno trovato i sanitari del 118, pare avvertiti al telefono proprio dalla donna. Ogni tentativo di rianimarlo si è rivelato vano.

Fonte: http://www.ilpiacenza.it/cronaca/omicidio-quarto-giovani-mutti.html


Nessun commento:

Posta un commento

Print