22 maggio 2014

Si tratta di G. I. D., la 36enne cittadina romena ritenuta responsabile del feroce omicidio. Era fuggita all'estero fra Romania, Austria e Germania per evitare la cattura. Alla fine è stata rintracciata dalla polizia nel suo Paese natale

E' stata arrestata Gina Iulia Dascalu, la 36enne cittadina romena ritenuta responsabile del feroce omicidio di Giovanis Apostolos, il cittadino greco accoltellato ripetutamente la notte del 10 gennaio scorso mentre, terminato il lavoro, rincasava a Ostia Lido.
Era fuggita in Romania, Austria e Germania per evitare la cattura ma la Squadra Mobile della Questura di Roma, con la collaborazione del Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia, l'ha rintracciata nel suo Paese natale e l'ha arrestata.

L'attività degli investigatori della Squadra Mobile ha permesso di raccogliere numerosi elementi di responsabilità a carico della donna, con la conseguente emissione, da parte del Gip presso il Tribunale di Roma, nei confronti dell'indagata di un'Ordinanza di custodia cautelare in carcere per omicidio aggravato dalla premeditazione.

Nel frattempo la donna si era data alla fuga. Le ricerche estese in Romania, Austria e Germania, si sono concluse quando, appena fatto rientro in Romania, alla romena e' stato notificato il Mandato di Arresto europeo nel frattempo emesso dall'Autorità Giudiziaria. Alla base del delitto, ci sarebbero secondo gli investigatori, forti dissapori di di natura economica.

 


Nessun commento:

Posta un commento

Print