26 settembre 2015

Nova M. (MB) - “Fui violentata”: invece fu lei a violentare gli allievi
01 novembre 2007 - Vi ricordate di quella maestra molisana di Nova Milanese che era stata pizzicata nell’aula scolastica dall’insegnante di ginnastica, insieme a dei suoi alunni tutti minorenni, uno dei quali addirittura con i pantaloni abbassati?
Ebbene, ieri è stata decisa dal tribunale la prima sentenza contro questa donna: la professoressa è stata condannata a 2 anni e 10 mesi per molestie sessuali.
L’accusa aveva chiesto due anni e due mesi, contro questa insegnante che aveva molestato cinque alunni di età compresa tra i 12 e i 15 anni. La donna era stata accusata di violenza sessuale e di calunnia, per aver confessato di essere stata costretta con la forza da uno degli alunni più grandi. Tesi non supportata dagli interrogatori degli alunni. 

USA – Invia sms con sua foto in topless a 14enne: arrestata ex insegnante
19 novembre 2008 - San Antonio (Texas) - Sono scattate le manette per un’ex insegnante americana di ventisette anni. La donna è accusata di aver distribuito ad un minorenne “materiale dannoso”: nella fattispecie una sua fotografia in topless, trovata sul cellulare di un 14enne dai genitori.
Victoria Ann Chacon - questo il nome della donna - avrebbe conosciuto il ragazzino nella locale parrocchia dove insegnava nei corsi domenicali, scrive il San Antonio Express-News.
La vicenda risale al marzo scorso, quando i genitori del 14enne scoprono alcune lettere in cui la donna dichiarava il suo amore al ragazzino, e la denunciano.
Ma nulla da fare: le missive passionali non bastano per incastrare la Chacon, tanto più che il ragazzino non vuole vuotare il sacco. Ma quella foto in topless, scoperta dai genitori dopo mesi di ricerche, ha incastrato la maestra. 

GB - Prof arrestata, faceva sesso con allieva minorenne
20 agosto 2009 - A Londra una professoressa di musica di 26 anni è stata arrestata per aver avuto una relazione sessuale con un’allieva minorenne di 15 anni.
Adesso Helen Goddard (nella foto) - nota come «Jazz Lady», insegnante di tromba alla prestigiosa City of London school for girls e tra i cinque giovani musicisti invitati a suonare alla cerimonia di apertura delle Olimpiadi di Sydney - rischia una pesante condanna dopo aver ammesso il rapporto con la sua studentessa.
La relazione è cominciata a febbraio ed è andata avanti fino a luglio, quando una collega dell’insegnante ha ricevuto una telefonata anonima e ha informato la polizia. Gli agenti hanno sorpreso la donna in compagnia della minorenne e, dopo aver perquisito la sua casa, hanno trovato diversi giocattoli erotici.
Secondo la legge britannica l’insegnante rischia ora fino a 18 di carcere.

GB - In manette insegnante di religione, colpevole di aver avuto una relazione sessuale con uno studente 15enne
26 novembre 2009 - Manchester - Lo ha sedotto con messaggi, regali e post su Facebook. Ha avuto diversi rapporti sessuali con lui e l'ha pure convinto a farsi un tatuaggio col suo nome ed un cuore per sancire la loro relazione. L'unico difetto è che lei ha 39 anni ed è, era, la sua insegnante di religione, e lui di anni ne ha solo 15, e le era stato affidato per essere aiutato negli studi.
La relazione tra i due iniziò a gennaio. La donna stava attraversando un difficile periodo in famiglia, la sorella era gravemente malata di cancro ed era in corso la separazione dal marito. In quel periodo la conoscenza con il ragazzo, che le era stato affidato per essere supportato e seguito durante lo studio.
Da quel momento, un poco alla volta, la relazione tra maestra ed alunno si fece più intensa, per culminare nella serie di rapporti sessuali. Il primo avvenne in un parcheggio, sul sedile posteriore dell'auto di lei, il secondo in casa dello zio di lui, il terzo nell'abitazione della professoressa quando le sue due figlie adolescenti erano fuori casa.
Si conobbero a gennaio e il 9 febbraio lei lo convinse a tatuarsi il suo nome affiancato da un cuore, per rendere indelebile la loro relazione d'amore. Il tatuaggio però segnò temporalmente la fine del loro rapporto: pochi giorni dopo i due decisero di comune accordo di interrompere la liason e di non vedersi più. Il giovane cadde in uno stato catatonico, e solo dopo due mesi di sofferenze decise di raccontare il tutto ai suoi due fratelli, che comunicarono l'accaduto alla madre.
La scelta fu di denunciare immediatamente la maestra del figlio e da qui l'inizio del processo. 
Ora la professoressa è stata condannata a 32 mesi di carcere e inserita nell'elenco "Sex offenders register". Il ragazzo è stato invece trasferito dalla scuola perché vessato dalle prese in giro dei compagni di classe. 

Australia – Insegnante denunciata per relazione con studentessa minorenne
1° dicembre 2009 - La quarantaduenne Leonie Pech è stata accusata, dalla corte di Adelaide di aver avuto una relazione di due anni, dal 1994 al 1996, con una studentessa che a quel tempo aveva solo quindici anni, quando insegnava presso un istituto di Adelaide del Nord.
L’accusa ha dichiarato che la relazione inizialmente consisteva solo in baci e coccole da parte dell’insegnante nei confronti della ragazzina, ma col passare del tempo la relazione è diventata più intensa, tanto da arrivare a rapporti sessuali, per di più telematici e quindi non completi.
La relazione è nata all’interno della classe in cui insegnava, durante una gita di classe. Secondo quanto dichiarato dall’accusa, la relazione è finita quando la giovane ragazza ha scoperto in casa dell’insegnante delle lettere in cui era evidente che l’amata aveva avuto altre relazioni, molte anche solo sessuali, con altre studentesse nel passato.
La Pech si dichiara innocente per l’accusa di rapporti sessuali con minori e per l’accusa di aggressione nei confronti di una minore. L’indagine è stata appena avviata, ma il caso rimane ancora aperto.

Milano – Faceva sesso con l'allievo 13enne: arrestata la prof 
22 luglio 2009 - Un’assistente sociale di 30 anni è stata arrestata dai carabinieri con l’accusa di violenza sessuale, in quanto accusata di aver intrattenuto rapporti sessuali con un ragazzino di 13 anni, che doveva seguire negli studi.
La donna, che lavora per una cooperativa, è stata sorpresa nella sua abitazione a letto con il 13enne che le era stato affidato. La notizia si è appresa oggi.
A mettere in allarme gli inquirenti sarebbe stata la madre del ragazzo che avrebbe notato qualcosa di strano nel rapporto tra l’educatrice e il figlio.
L'assistente sociale è stata arrestata in quanto, anche qualora il tredicenne fosse stato consenziente, la legge ritiene violenza sessuale i rapporti con adolescenti che non hanno ancora compiuto 14 anni.

USA – La prof inviava all'allievo foto che la ritraevano nuda
28 luglio 2010 - Era accusata di aver tentato di sedurre un suo alunno quindicenne inviandogli le sue foto, nuda, via e-mail. Poi le immagini avevano iniziato a circolare per la scuola e Melinda Dennehye, ex professoressa di liceo del New Hampshire, era stata arrestata.
Era marzo dell’anno scorso. Tre settimane dopo la donna aveva presentato le sue dimissioni. Ora - scrive The Huffington Post - la Dennehye, 41 anni, si è dichiarata colpevole di quanto le veniva contestato.
Le foto, quattro, inviate all’ex alunno ritraevano la donna con i genitali scoperti, secondo quanto accertato dalla polizia. Il ragazzo, come riportato dalla CBS, aveva detto agli agenti che l’insegnante gli inviava anche dei messaggi in cui spiegava in dettaglio quali atti sessuali avrebbe voluto fare con lui e che, in due occasioni, lo aveva baciato.
La donna, condannata con la condizionale, non è finita in carcere in base ad un accordo con il giudice: non dovrà più ricadere in simili comportamenti, non potrà avere contatti con adolescenti e dovrà stare lontana dal liceo in cui insegnava.

Vienna – Allenatrice 42enne fa sesso con atleta 13enne: condannata
10 novembre 2010 - E' stata condannata a 22 mesi di reclusione con la condizionale una 42enne riconosciuta colpevole di avere avuto rapporti sessuali con un 13enne.
Renata C. è una donna d'affari appassionata di pallamano. Uno sport che pratica durante il suo tempo libero. Siamo nel dicembre 2009. La donna in carriera allena una squadra di Vienna, nel quartiere di Neustadt, dove gioca il tredicenne, che diventerà poi il suo giocatore preferito. Tra i due scatta la scintilla. Febbraio 2010: i due cominciano ad incontrarsi, a frequentarsi.
Norbert Hauser, l'avvocato che ha difeso in tribunale la donna, ha spiegato al giudice che "pero', l'iniziativa che ha portato all'approccio di natura sessuale è stata presa da lui". "E lei voleva addirittura scappare via" ha aggiunto Hauser. Lei voleva andarsene, ma non lo ha fatto.
Tra i due nasce un sentimento corrisposto. Relazione che la legge austriaca non consente, in quanto la relazione inizia 5 mesi prima del compimento del 14esimo compleanno del giovane.
Alla donna, infatti, è stato proibito per i prossimi tre anni di avere più rapporti sessuali con il ragazzo, oggi 14enne. Inoltre, la 42 è stata esonerata dalla squadra di pallamano che allenava.

USA – Una insegnante corrompe studente minorenne: 5 anni
27 gennaio 2011 - Una ex insegnante del Massachusetts - Lisa Lavoie - che ha confessato di avere avuto rapporti sessuali con uno studente quindicenne, è stata condannata per abusi sessuali a cinque anni con la condizionale. 
L'ex insegnante era stata incriminata nel 2009 per la sua relazione con il ragazzo.
La coppia era svanita ed era stata rintracciata dopo una settimana in un motel di Morgantown, in West Virginia. 
Durante il processo la donna, che ha 25 anni, ha ammesso di essere fuggita con lo studente minorenne. 

USA – Due professoresse fanno sesso con allievi minorenni: in carcere








29 aprile 2011 - Las Vegas - Due professoresse dello stesso istituto andranno in carcere per aver fatto sesso con studenti minorenni. La 34enne Bethyl Shepherd e la 21enne Marie Fischer, che lavoravano nello stesso reparto, sono state arrestate a poche settimane di distanza. 
La Shepherd è accusata di aver avuto un incontro sessuale a tre con due 17enni nella sua auto, mentre la Fisher è accusata di aver avuto un rapporto con un ragazzo 15enne, al quale aveva mandato espliciti messaggi sessuali. 
Entrambe lavoravano nel Dipartimento Speciale per l'Educazione nella Reeds High School di Sparks, in Nevada. 
Il 7 aprile la Shepherd avrebbe portato i due 17enni in un luogo appartato. Dopo l'arresto l'insegnante ha dichiarato che uno dei due alunni l'avrebbe costretta a fare sesso mentre l'altro guardava. La Fischer invece è anche accusata di aver mandato una sua foto seminuda. 
Ora i dirigenti dell'Istituto hanno assicurato che presteranno maggiore attenzione alla formazione sul comportamento appropriato e sulle regole per i rapporti personali che possono instaurarsi tra studenti e insegnanti. 

Terrasini (PA) – 4 anni in Appello alla insegnante che abusava dell'alunno di 10 anni
12 giugno 2011 - (ASCA) Una insegnante è stata condannata dal Tribunale di Palermo a cinque anni di reclusione per violenza sessuale su minore.
Secondo l'accusa, la donna, Giulia Scotto Di Frega, circa 10 anni fa e per circa 5 anni avrebbe abusato sessualmente del figlio del suo convivente, che all'epoca aveva 10 anni, mentre impartiva delle lezioni private.
L'insegnante è stata condannata anche a risarcire il danno alla madre del ragazzo, che si è costituita parte civile.

USA – Droga, alcool e sesso con gli allievi: una prof condannata a 10 anni
13 febbraio 2012 - La maestra elementare organizzava tutto nella propria abitazione e con la collaborazione di una collega. E' accaduto nel Sout Carolina, Stati Uniti. I bambini avevano meno di 14 anni.
Sarah Jane Lindsay (nella foto) organizzava feste party a base di sesso in casa propria. Lo faceva con dei minorenni, quasi dei bambini. Considerata dalla giustizia americana colpevole di condotta sessuale criminale e istigazione a delinquere su minori, la professoressa dovrà passerà i prossimi dieci anni della sua esistenza in maniera decisamente meno allegra e cioè dietro le sbarre.
Con la collaborazione di una collega quasi coetanea, la 46enne Audrey Beidleman Grabarkiewicz, la Lindsay dava vita a festini hot, ospitando in una sola occasione anche dieci ragazzini. Avevano un’età compresa fra gli 11 e i 14 anni.
La polizia ha scoperto tutto solo dopo che un padre ha trovato il figlio ubriaco ed ha segnalato l’episodio alle autorità competenti. Al termine di una lunga e accurata inchiesta, gli agenti hanno accertato che per attirare i ragazzini le due prof proponevano alcool e droghe leggere. Le feste hard sono andate avanti per circa dieci anni.
Le donne lavoravano per la Boiling Springs Elementary School di Spartanburg, South Carolina (USA).

Trento – La prof insidia l'allieva 13enne 
5 aprile 2012 - Si era innamorata perdutamente di una sua allieva. Lo dimostrava con decine e decine di sms mielosi, cercando di rubare un bacio sulla guancia o con carezze furtive. Peccato che la ragazzina avesse 13 anni e lei fosse la sua insegnante di inglese alla scuola media.
Un colpo di fulmine che ha rovinato la professoressa quarantenne che è stata condannata a sei mesi di reclusione per molestie aggravate dalla particolare petulanza e dalla sua posizione dominante. L'insegnante è stata indotta alle dimissioni dal dirigente scolastico e ha perso il posto. Ha anche dovuto risarcire il danno alla sua allieva con 4mila euro.
E le è anche andata bene. Infatti, inizialmente la Procura contestava alla donna anche il reato di violenza sessuale con minorenne, a causa di un bacio sulla guancia e di una carezza sulla schiena rifilati alla ragazzina. Per il giudice, però, queste non erano altro che attenzioni un po' troppo spinte, ma non comportavano l'invasione della sfera sessuale della ragazzina [nel caso di autori uomini gli stessi comportamenti sono sempre stati considerati violenza sessuale - ndr]
A denunciare la vicenda alla polizia postale Trento è stato lo stesso dirigente da cui dipendeva la scuola nella quale insegnava la donna. Il dirigente era venuto a conoscenza della storia da una collega della professoressa che aveva raccolto le confidenze della ragazzina. La storia è durata due mesi, dal maggio al giugno 2010. Poi tutto si è interrotto quando il dirigente scolastico ha convocato l'insegnante chiedendole di dimettersi. La vicenda è stata ricostruita attraverso un memoriale redatto dalla collega della professoressa imputata, grazie ai racconti della ragazzina molestata. 
Dopo la denuncia del dirigente, il telefono della ragazzina e quello dell'insegnante sono stati intercettati dalla polizia. E' stata accertata una mole imponente di sms di tenore ardito e molto affettuoso. Un po' troppo affettuoso per essere comunicazioni tra una professoressa e una sua allieva.
L'insegnante se ne è resa conto, tanto che aveva raccomandato alla sua allieva di registrare il suo numero con il nome Irlanda o green eyes nella rubrica del cellulare. E, a giudicare dal tenore, dei messaggi si capisce perché l'insegnante non volesse essere scoperta. Si inizia con un «tu sei speciale e io l'ho sempre saputo... se solo avessi qualche anno di meno mi innamorerei io di te». Con il passare dei giorni il livello di confidenza che la professoressa si prendeva aumentava; invece la ragazzina, che prima sembrava contenta dell'amicizia dell'adulta, iniziava a rispondere a monosillabi perché si rendeva conto che si trattava di un rapporto anomalo. 
La professoressa scriveva cose degne di un'adolescente innamorata: «Sei proprio nel cuore della mia vita... cucciola»; oppure: «Ti penso ogni minuto»; o ancora: «Ti abbraccio forte per rassicurarti e per teneramente amarti».
Tra il 6 e il 7 giugno 2010, l'insegnante ha inviato ben 42 messaggi all'allieva. In questi due giorni si era resa conto che la ragazzina si confidava con l'altra insegnante: la stessa insegnante che poi ha segnalato il caso al dirigente. Questa stessa professoressa ha raccontato alla polizia che la collega in un'occasione, durante una lezione, si era avvicinata alla ragazzina come per dirle qualcosa in un orecchio e poi l'aveva baciata sulla guancia. 
Il 14 maggio, durante una gita scolastica, si era seduta accanto alla ragazzina facendo allontanare un compagno e l'aveva accarezzata sulla schiena. Un'altra volta, alla recita teatrale, aveva fatto spostare sempre un alro ragazzino e aveva preso per mano la ragazzina. Non solo. L'imputata ha chiesto alla sua collega, durante la gita, se secondo lei alla ragazzina piacessero le donne e altri dettagli sulla sua vita sentimentale. Insomma un comportamento non certo da docente, ma da adolescente innamorata. 
fonte


USA – La “miglior insegnante dell'anno” era una pedofila
4 settembre 2012 - Prima riceve un premio come miglior professoressa dell'anno, poi viene arrestata con l'accusa di violenza sessuale aggravata per aver avuto rapporti con un alunno quindicenne. 
E' quello che è successo, nel giro di poco più di un anno, in una scuola di West Orange (New Jersey) a Erica De Palo, 33 anni, che, in dodici mesi, è salita due volte alla ribalta per motivazioni completamente diverse. 
La donna, che per uscire di prigione dovrà pagare una cauzione di 100mila dollari, ha insegnato fino a qualche giorno fa inglese ed è stata anche l'allenatrice della squadra di tennis della scuola. La relazione, secondo l'accusa, è avvenuta durante il periodo in cui la De Paolo teneva il suo corso di inglese iniziato a giugno e terminato il 28 agosto. 
Al momento l'insegnante è stata sospesa dal suo incarico fino a data da definirsi. 

Francia – La prof fa sesso con allievo 12enne
06 settembre 2012 - Un'insegnante francese di 39 anni è stata condannata a sei mesi di carcere e a una multa di 6.000 euro dalla giustizia transalpina per "violenza sessuale su minore", per avere avuto dal 2007 al 2009 una relazione sessuale con un suo alunno di 12 anni (la maturità sessuale è fissata in Francia a 15 anni), quando quest'ultimo frequentava la scuola privata Nazareth de Chavagne-en-Paillers, nella regione della Loira, nell'ovest del paese.
La donna - cattolica, sposata e madre di cinque figli - non potrà inoltre più esercitare una professione che implichi il contatto con i bambini. "Credevo davvero che mi amasse", si è giustificata la maestra davanti al tribunale di La Roche-sur-Yon.
Per lei si è trattato di "un peccato mortale che la torturava". Proprio il senso di colpa l'ha indotta a confessare a un prete il reato e ad incontrare la famiglia della vittima nel 2011. Il suo legale ha spiegato che l'insegnante si è consegnata alla giustizia perché "voleva assumersi la sua responsabilità penale e morale".

USA – Una supplente 36enne, sposata e madre, incinta di un suo allievo 14enne
6 novembre 2012 - Un’insegnante supplente ha ammesso di essere incinta di un suo alunno di 14 anni, amico di sua figlia. Amanda Sotelo - 36 anni, sposata e madre di due figli - è accusata di aver avuto una relazione, durata alcuni mesi, con l’adolescente, che è stato uno dei suoi studenti. 
La donna ha incontrato il suo amante adolescente quando sua figlia, anch’ella 14enne come il giovane studente, lo ha portato a casa. 
Amanda Sotelo è stata arrestata dopo che la madre del ragazzo è andata alla polizia a Bexar County, Texas, per rivelare i dettagli della vicenda, giacché aveva sospettato che tra il figlio e l’insegnante potesse esserci qualcosa di ben diverso dal rapporto insegnante-alunno. L’adolescente avrebbe ammesso di aver fatto sesso almeno una volta alla settimana con l’insegnante, che ha lavorato come supplente presso diverse scuole di Bexar County. 
Nei confronti della donna è così scattato un mandato d’arresto. I detective, dopo averla condotta in carcere, hanno poi interrogato la supplente che ha ammesso i rapporti avuti con l’adolescente. Da quanto si legge nella deposizione, lei e l’adolescente si sarebbero incontrati nella sua casa, in un primo momento, per discutere di alcuni problemi scolastici, salvo poi iniziare ad avere rapporti sessuali dallo scorso mese di luglio. Amanda ha poi scoperto di essere incinta nel corso di una visita ad un pronto soccorso dell’ospedale ai primi di settembre. 
“Amanda è in prigione. Questa è l’unica cosa che sappiamo. Abbiamo un sacco di problemi familiari in questo momento”, ha detto Johnny Lopez, genero di Amanda. L’insegnante è stata portata in ospedale giovedì notte con con l’accusa di essersi fatta mettere incinta da un suo alunno minorenne. La sua cauzione è stata fissata in 75mila dollari.

USA – Ex professoressa condannata per violenza sessuale su due studenti minorenni
25 novembre 2012 - Una ex professoressa di un liceo di Walton, nello stato di New York, è stata incriminata per violenza carnale su due suoi studenti minorenni.
La donna, Stephanie Fletcher, avrebbe avuto incontri con gli allievi nelle aule durante la ricreazione, nel parcheggio della scuola, o a casa, quando dava loro ripetizioni private.
"Mi diceva che ad ogni risposta esatta che le avessi dato, avremmo potuto fare qualcosa", ha raccontato uno dei due ragazzi agli inquirenti. In base alle deposizioni dei due studenti, tutto è iniziato quando l'insegnante ha cominciato ad inviar loro messaggini telefonici piccanti, e anche sue foto in cui appariva svestita.
La Fletcher, che è sposata dal 2010, aveva lasciato da tempo la scuola dove, pare, avesse avuto anche una relazione extraconiugale con un altro docente.

USA - La ex preside condannata per abusi: 9 anni di sesso con un 13enne
27 novembre 2012Lina Sinha, ex preside della prestigiosa International Montessori School di Manhattan è stata condannata a una pena fino a 7 anni di carcere per aver avuto una relazione con un suo studente. Il rapporto risale al 1995, quando la donna, ora 46enne, era direttrice dell'istituto e il ragazzino aveva 13 anni. 
La storia sarebbe cominciata quando la Sinha ha baciato il ragazzo per consolarlo dopo una sconfitta ad una competizione accademica. Da quel giorno, la relazione si fa sempre più intima e quando lo studente compie 15 anni, iniziano anche i rapporti completi. Per consumare i loro attimi di passione, i due amanti si incontravano in aula oppure sui furgoni della scuola.
La relazione sarebbe andata avanti per 9 anni, fino al 2004, quando il giovane, ormai 22enne, ha deciso di troncare la relazione con la donna. Dopo la rottura, Lina ha iniziato a perseguitarlo con false denunce di aggressione e stupro ed è stato proprio dopo l'ennesima accusa, che il ragazzo ha deciso di farsi avanti e raccontare gli abusi subiti.

USA – La prof pedofila sposa il 15enne per evitare il carcere
21 gennaio 2013 - Per evitare di finire in prigione ha sposato il ragazzino con cui aveva fatto sesso in classe. Leah Gayle Shipman - un’insegnante della Carolina del Nord di 42 anni, sposata - era stata arrestata perché colta sul fatto. 
Era stata beccata mentre faceva l’amore con uno studente di 15 anni in classe. Entrambi, insegnante e studente, erano alla Wilmington High School. 
Per quell’accusa la donna avrebbe dovuto scontare quindici anni di prigione. Il matrimonio era la sola via d’uscita. La notizia del matrimonio è stata resa pubblica dai due solo il mese scorso. 
La donna è stata licenziata dalla scuola, ma si è risparmiata quindici anni di prigione. 

Roma - Maestra d'asilo adesca e fa sesso con un 13enne 
14 aprile 2013 - Era il 2011 quando la madre di un tredicenne va dai carabinieri di Tor Bella Monaca e denuncia una donna di trent'anni per abusi sul ragazzino. La trentenne sarebbe una maestra d'asilo, trovata poi in possesso di materiale pedopornografico: la donna ha adescato il ragazzino sul web, coinvolgendolo in giochi erotici via webcam e portandolo infine in un parcheggio per consumare l'atto sessuale.
A confessare tutto alla madre è stato proprio il ragazzino, che ha raccontato i dettagli dei giochi erotici online e di quell'unico incontro nel parcheggio: la donna avrebbe invitato il piccolo a non aver paura perché si sarebbe assunta le colpe di una violenza se qualcuno li avesse scoperti. 
La maestra è stata incastrata - dopo la pronta denuncia della madre che aveva iniziato a controllare assiduamente computer e cellulare del figlio - dai tabulati telefonici e dalle foto ritrovare nel suo computer: è stata rinviata a giudizio per atti sessuali con un minorenne e per detenzione di materiale pedopornografico. 

USA - La prof chiude l'allievo nell'aula e lo violenta

17 settembre 2013 - E’ stata smascherata la professoressa di Santa Fé, in New Mexico, che ha abusato di un alunno di 18 anni, dopo averlo chiuso in un’aula ed intimidito con minacce. “Non esci di qua se prima non mi dai una cosa“, ha testimoniato il giovane in tribunale.
Secondo la ricostruzione degli eventi, il ragazzo sarebbe stato portato dalla docente 31enne, Jennifer Vigil, in un’aula vuota e lo avrebbe costretto ad avere un rapporto sessuale completo con lei.
Il ragazzo, dapprima rifiutatosi, avrebbe, poi, convinto la donna ad avere un rapporto orale, in modo da poterla filmare con il telefonino: tale video è stato usato come prova schiacciante contro di lei in sede giuridica.
Successivamente a quell’episodio, la donna avrebbe avuto, invece, un rapporto sessuale completo con il ragazzo, ma in tribunale ha affermato che egli era consenziente al rapporto. Il 18enne ha negato tutto e, con le prove che confermano la colpevolezza della donna, porterà avanti la causa per farle ottenere il massimo della pena.
La Vigil, per ora sotto arresto, è stata giudicata dal colpevole di abuso della propria posizione d’autorità e sembra che, con tutte le prove a suo sfavore, sarà presto condannata.


USA – Condannata insegnante che ha fatto sesso con allievo 16enne
    

24 febbraio 2014 - Un'insegnante che era stata arrestata per aver fatto sesso con un suo studente, ha eluso il carcere dopo aver chiesto scusa al ragazzo per il suo comportamento. 
La 26enne Nikki Scherwitz si è dichiarata colpevole di aver avuto un rapporto sessuale con uno studente di 16 anni della scuola in cui ha insegnato, in Texas, USA. 

La Scherwitz è stata condannata a 10 anni di libertà vigilata e 5.000 dollari multa per il suo rapporto malsano con un minorenne. 

Il Daily News riporta: 

I pubblici ministeri hanno concordato sul patteggiamento perché lo studente aveva quasi 17 anni, l'età del consenso in Texas. La Scherwitz, 26enne, ha inoltre deciso di inviare scuse scritte alla madre della vittima e alla Brazosport Independent School District a Houston. 

"Mi scuso per il mio comportamento con uno studente di BISD," ha scarabocchiato la Scherwitz su un pezzo di carta. "ho travalicato un confine etico non avrei mai dovuto attraversare. Ancora una volta, mi dispiace. " 

Ma alcuni genitori e studenti sono sconvolti dal fatto che la Scherwitz sia riuscita a evitare il carcere. 

"Gli uomini prendono da 25 anni all'ergastolo, ma una donna prende uno schiaffetto sul polso, con solo 5.000 dollari", Mario Salinas, uno studente Brazosport High School, ha detto KHOU. 

"Se fosse stata un ragazzo, un insegnante di sesso maschile con una studentessa, non sarebbe stata la stessa cosa", concorda Oscar Guttierrez, un altro studente. 

La polizia è stata allertata sul comportamento inappropriato della Scherwitz dopo che l'insegnante si sarebbe presentata ubriaca a una festa dopo-ballo, indossando una camicia a brandelli. Per diverse settimane prima, aveva inviato messaggi di testo espliciti alla sua vittima, KTRK. Quando gli altri alla festa le hanno chiesto di andarsene, ha lasciato la casa con la sua vittima al seguito. 

La Scherwtiz si era separata dal marito prima di sviluppare il rapporto con il minore. Suo figlio è in custodia presso il padre. 

Con la polizia sulle sue tracce, la donna si è dimessa dal suo impiego lo scorso anno. 

La Scherwitz è ormai considerata una pregiudicata. Deve rispettare un coprifuoco e le è stato ordinato di stare lontana da minori. 
http://ghemedia.com/2014/02/24/this-teacher-had-sex-with-her-16-year-old-student/

Usa - Insegnante arrestata per aver fatto sesso con un alunno 14enne 
20 marzo 2014 - Aveva una relazione sessuale con un suo alunno di soli 14 anni. Per questo un'insegnante 39enne di una scuola del Queens, a New York è stata arrestata. Lo riferisce la polizia della Grande Mela. Clara Somodi è stata sospesa senza paga dal suo istituto dopo l'arresto. La donna è accusata di condotta sessuale criminale e di abusi su un minore. La professoressa lavorava da 10 anni nell'istituto che si trova nella zona di Ridgewood.
L'abuso sessuale è venuto alla luce durante una seduta del ragazzino con una psicologa: la terapista gli ha chiesto cosa aveva fatto il giorno precedente e il giovane ha risposto che era uscito con la sua ragazza. Quando la psicologa gl ha chiesto di descriverla, lui è sceso in dettagli che riguardavano la sua insegnante. La terapista ha allertato immediatamente l'istituzione scolastica. La preside l'ha immediatamente sospesa ed ha avvertito la polizia.
Dopo un interrogatorio, la donna è stata arrestata. Secondo quanto trapelato, gli abusi sono stati compiuti al di fuori della struttura scolastica.

USA – Professoressa organizza orgia in classe con due studenti 16enni
23 marzo 2014 - Una professoressa 41enne ha organizzato un'orgia in classe con due studenti 16enni. Dopo l'incontro a tre ha proseguito la 'sessione' con uno dei due in un ristorante poco fuori la scuola. Lori Quigley, insegnante della Georgia, Stati Uniti, è stata arrestata con diverse accuse tutte legate a reati sessuali. Le autorità sospettano che ci possano essere altre vittime. 
«Abbiamo elementi sufficienti per ritenere che altri ragazzi possano essere stati coinvolti - ha dichiarato al canale televisivo Waws Danny Lowe, dell'ufficio dello Sceriffo della contea di Mcintosh - La donna è accusata di diversi reati gravi».
La Quigley aveva rassegnato le dimissioni da insegnante di matematica presso l'accademia della contea un mese fa, mentre l'arresto risale alla settimana scorsa.
La donna aveva sedotto i ragazzi nei mesi di settembre e ottobre 2012. Sulla professoressa il giudice ha fissato una cauzione di 50mila dollari. Se rilasciata, non potrà lasciare la contea.

USA – Sesso orale con uno studente 16enne: la prof pedofila in aula
25 marzo 2014 - E' iniziato a Houston, in Texas, il processo a Corrie Anne Long, l'insegnante 43enne accusata di aver praticato sesso orale a un suo studente di 15 anni mentre erano in classe.
La donna, accusata di violenza sessuale nei confronti di un minore, non ha voluto rilasciare dichiarazioni. 
A sorprendere la prof e il ragazzino, in un'aula della Hopper Middle School, nel novembre scorso, era stato un altro alunno, che aveva raccontato la cosa ad altri compagni, e la voce era presto arrivata alle orecchie della direzione. La docente, invece, aveva chiesto alla sua "vittima" di non parlarne con nessuno, altrimenti lei avrebbe perso il posto di lavoro.
Ieri c'è stata la prima udienza, e sulla donna pende una cauzione di 30mila dollari. Per chiarire la vicenda, gli inquirenti hanno spiegato che probabilmente in futuro l'insegnante inizierà a collaborare, ma al momento non è trapelato alcun particolare.
Dalla scuola, intanto, è arrivata una nota in cui si legge l'impegno del distretto per licenziare la prof.
http://www.unionesarda.it/articolo/notizie_mondo/2014/03/25/sesso_orale_con_uno_studente_15enne_la_prof_pedofila_in_aula_a_houston-3-360234.html

Vicenza - La prof di ripetizione fa sesso con l'allievo 16enne
24 ottobre 2014 - Un’insegnante di Vicenza ha fatto sesso con un alunno 16enne per impartirgli ripetizioni di italiano. Il ragazzo ha denunciato la prof accusandola di stupro e i genitori hanno dichiarato che “è ancora molto turbato dall’accaduto”.
La professoressa al centro di uno scandalo nazionale, appunto per aver fatto sesso con un16enne per incentivarlo a studiare, ha deciso di parlare:
Tra noi c’era una forte attrazione fisica. Ha solo 16 anni? Sì, ma aveva la maturità di un 25enne. È stata una scelta reciproca, senza forzature, non ho violentato nessuno. Fin dalle prime lezioni mi sono resa conto che mi mangiava con gli occhi. Anche a me piaceva, così ho pensato di unire l’utile al dilettevole. Siccome non aveva voglia di studiare gli ho promesso un premio sessuale se fosse riuscito a… scrivere un tema di italiano senza errori di grammatica. E premio dopo premio… È stato un modo per farlo studiare, e ci sono riuscita visto che alla fine è passato dal 4 al 7 ed è stato promosso. Comunque lo so che ho sbagliato, mi sono lasciata andare. Ma è stata una cosa graduale, accompagnata e voluta da entrambi che stava tra il premio scolastico, lo scherzo e la passione. Un metodo educativo. Ma poteva succedere solo con lui.
http://www.vnews24.it/2014/10/24/vicenza-ripetizioni-hard-prof/

USA - La prof fa sesso con l'allievo 16enne

14 gennaio 2015 - Un'insegnante della Pennsylvania è stata accusata di averavuto una relazione con uno studente per quasi un anno; avrebbe scambiato con il 16enne 509 telefonate e 319 sms.
Sarah O'Neill, 35 anni, un'ex insegnante di inglese nella scuola privata Church Farm Schoola, ad Exton, è stata sorpresa da un membro del personale dopo che aveva lasciato una lettera d'amore per il ragazzo sulla stampante dell'ufficio.

Il pensiero che avrei potuto amare così profondamente e in modo così sbagliato mi aveva pervaso prima che di incontrarti ed anche di iniziare ufficialmente
avrebbe scritto la O'Neill all'adolescente, secondo NBC Philadelphia.
E' stata una pausa invernale piuttosto lunga prima che le mie labbra potessero ancora tentare le tue e mi chiedevo se tu fossi così coinvolto come me.
La polizia dice che la coppia ha confessato il loro reciproco amore  e che sono stati insieme 10 mesi. Il rapporto è durato anche dopo che alla O'Neill è stato chiesto di dimettersi in seguito alla scoperta della lettera. Il ragazzo, che ora è 17enne, secondo la polizia ha cominciato a vedere la O'Neill nel mese di gennaio 2014. Ha detto che prima si erano baciati al Motel 6 a King of Prussia nel mese di febbraio, e poi di nuovo a marzo per il compleanno della O'Neill. Il ragazzo sostiene che la coppia ha anche praticato sesso orale in diverse occasioni: presso il motel, nella macchina della O'Neill e in un parco.
Un custode, ha detto la polizia, ha sorpreso la O'Neill e il ragazzo per tre volte in un'aula chiusa e con le luci spente.
Lei è stata accusata di corruzione di minorenne.

http://blacksportsonline.com/home/2015/01/teacher-arrested-for-having-sex-with-student-at-motel-6-classroom/

USA - Insegnante di yoga si ubriaca, si spoglia e fa sesso con dei ragazzini minorenni
30 marzo 2015Esagera con l'alcol durante la festa del bar Mitzvah e fa sesso con due minori. L'insegnante di yoga Lindsey Radomski è stata fermata con l'accusa di aver fatto sesso con dei minori.
La donna di 34 anni, come riporta Metro, ha esagerato con gli alcolici e ha poi permesso a dei ragazzi di età compresa tra gli 11 e i 15 anni di toccarle i seni, vederla nuda e poi ha fatto loro sesso orale.
Ora sono in corso le indagini ma il capo della polizia ha fatto le prime dichiarazioni: «Di solito ci preoccupiamo che non siano i ragazzi ad eccedere nell'alcol, stiamo solo cercando di tutelare i giovani coinvolti».
http://www.ilmattino.it/SOCIETA/PERSONE/lindsey-radomski-sesso-minori/notizie/1268467.shtml


GB - Prof faceva sesso con allievo, marito la filma e la denuncia
26 settembre 2015La professoressa Sarah Candy, 36 anni, è stata arrestata dopo essere stata scoperta a fare sesso con un suo allievo di 16 anni: la loro relazione è stata filmata dal marito della donna, che aveva astutamente nascosto una telecamera in camera da letto e registrato il tutto, per poi produrlo come prova schiacciante ai magistrati, mettendo seriamente nei guai la moglie (che presto sarebbe diventata la sua ex).
A quanto pare la relazione tra l'insegnante e l'adolescente durava da tempo: i due si incontravano clandestinamente all'uscita della scuola e più di una volta si sono intrattenuti nell'auto della donna e in casa sua, mentre il marito era a lavoro. L'uomo ha iniziato a sospettare che stesse accadendo qualcosa di strano ed ha pensato di posizionare una telecamera in casa, puntando l'obiettivo sul letto ed azionandola quando era fuori. Il video ha dimostrato che Sarah Candy si era portata in casa un ragazzo di nemmeno 16 anni con cui aveva avuto un rapporto sessuale completo.
http://www.northantstelegraph.co.uk/news/crime/crime-news/teaching-assistant-at-northamptonshire-school-jailed-after-admitting-sexual-activity-with-boy-1-6977719


GB - La prof si porta a letto allievo di 15 anni
26 settembre 2015Lei si chiama Caroline Berriman ed è un'assistente insegnante della Abraham Moss Community School in Crumpsal, a Manchester: i giudici l'hanno dichiarata colpevole di aver avuto una serie di rapporti sessuali con uno studente di 15 anni ma, malgrado ciò, per lei non si apriranno le porte del carcere.
Come spiega il Manchester Evening News, il tribunale ha sentenziato che il giovane, non ancora 16enne, non poteva essere considerato consenziente e la sexy professoressa avrebbe approfittato della sua posizione per sedurlo ed abusare di lui.
La donna, 30 anni, riuscirà a non trascorrere neanche un giorno in carcere per aver ammesso tutte le sue colpe. La sua sincerità è stata premiata.
Naturalmente il suo reato non resterà impunito: la giovane insegnante infatti dovrà sobbarcarsi oltre 250 ore di lavori socialmente utili e pagare una salatissima multa. Naturalmente è stata sospesa dalla scuola e per un bel po' non potrà più insegnare, ma a titolo precauzionale i giudici le hanno vietato anche di avvicinarsi alla sua giovane ex vittima.




Nessun commento:

Posta un commento