8 maggio 2013

Il bambino, dopo un incidente in bicicletta, era finito all'ospedale e là i medici avevano scoperto lesioni ed ematomi sospetti

Lecco, 8 maggio 2013 — Era accusata di aver picchiato e seviziato il figlioletto che il compagno aveva avuto da una precedente relazione. Per questo motivo la matrigna - E. C., 24 anni, di origini albanesi, in cella dallo scorso marzo - è stata condannata a tre anni e due mesi di carcere, oltre all’interdizione per cinque anni dalla potestà genitoriale.
Il padre del bimbo - G. C. - 31 annui, pure lui di origini albanesi - è stato condannato a un anno e nove mesi (senza sospensione) di reclusione per il suo comportamento omissivo. Questa la sentenza del Gup di Lecco, Paolo Salvatore. I fatti risalgono alla scorsa estate quando il bimbo, dopo un banale incidente in bicicletta, era finito all’ospedale. I medici avevano scoperto lesioni ed ematomi sospetti, così era scattata la denuncia alla questura. Nell’incidente probatorio il bimbo, sentito in ambiente protetto, aveva confermato i maltrattamenti. Oggi la sentenza con rito abbreviato.
A.Mor.

Fonte: http://www.ilgiorno.it/lecco/cronaca/2013/05/08/885388-matrigna-condanna-tre-anni-sevizie-figlio.shtml


Nessun commento:

Posta un commento

Print