30 aprile 2013

aggiornamento al 1° giugno 2013
E' stata arrestata l'ex fidanzata dell'uomo sfigurato con l'acido ad una fermata metro a Roma.
Simona Cristiano, 30 anni, è accusata di essere la mandante del gravissimo episodio avvenuto nel mese di aprile all'interno della metropolitana quando un ragazzo è stato gravemente  sfigurato al volto con dell'acido. L'arresto è stato eseguito dalla Squadra Mobile della Questura di Roma. L'indagine individuò fin dall'inizio la donna come mandante. Tra la vittima e la trentenne, che si erano conosciuti sul posto di lavoro perché entrambi infermieri presso un ospedale della capitale, era nata una relazione sentimentale. Ma quando si sono lasciati la donna non ha accettato l'epilogo e ha pensato di "vendicarsi" dopo avere perseguitato l'ex per anni.
L'ex fidanzata dell'uomo sfigurato con l'acido a Roma era la mandante del gesto mentre l'autore materiale, un conoscente della donna, è al momento irreperibile. Contro di lui la Procura di Roma ha emesso un provvedimento restrittivo e al momento è ricercato: Simona Cristiano gli avrebbe commissionato la vendetta e assoldato per gettare l'acido in faccia al ragazzo che l'aveva lasciata.
http://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/fotogallery/1021409/roma-sfigurato-con-l-acido-arrestata-l-ex.shtml

Un amore finito. E corroso dalla gelosia. Con un getto di acido muriatico sul volto, un giovane [Daniele Capri - n.d.r.] rischia ora di rimanere sfigurato. Forse a causa della vendetta di una ex, che subito dopo gli ha anche inviato un sms 'al veleno'.
È la "punizione" toccata ad un romano di 32 anni, aggredito nella Capitale da un uomo sconosciuto che ha lanciato sul suo viso il liquido con una bottiglia, prima di scappare.
Il 32enne - un infermiere che aveva denunciato più volte gli episodi di stalking della ex-compagna e coetanea - questo pomeriggio era in compagnia di una collega alla fermata del trenino Roma-Lido, nel quartiere di Tor Pignattara. Un uomo si è avvicinato a loro. Ha agito di scatto: ha lanciato l'acido muriatico contenuto in un flacone e ha colpito lui al volto e al torace. Lei più lievemente all'avambraccio.
Il 32enne è stato trasportato prima al Vannini con dieci giorni di prognosi, poi all'ospedale Sant'Eugenio per ustioni al volto. Nel frattempo, gli è arrivato anche un sms dal cellulare della sua ex, una sorta di messaggio 'beffà.
Ora gli investigatori stanno tentando di capire se possa esserci una relazione tra l'sms e quanto è accaduto oggi. L'aggressione con l'acido muriatico, infatti, potrebbe essere solo l'ultimo atto di una vicenda che gli investigatori stavano seguendo da tempo. Tanto che gli agenti del commissariato di Tor Pignattara, diretto da Ermanno Baldelli, avevano inoltrato una richiesta di provvedimento di allontanamento della donna, affinché evitasse la frequentazione di alcuni luoghi dove spesso si trovava anche il suo ex.
Messaggi, telefonate continue a qualsiasi ora, pedinamenti. Una persecuzione che durava da tempo forse oggi ha toccato il fondo. «Sono sconvolto, stanco e preoccupato. Adesso stiamo esagerando», ha detto esasperato il 32enne alla polizia, che indaga sulla vicenda e a breve potrebbe risolvere il caso.
Pare, però, che a Roma non si tratti della prima 'giustiziera dell'acido'. Nel dicembre scorso una donna romana di 30 anni, folle di gelosia, era stata arrestata dai carabinieri dopo aver aggredito la nuova fiamma dell'ex fidanzato, anche sua segretaria. La donna si era presentata all'ingresso dell'ufficio dell'ex e con il volto coperto si era scagliata contro la rivale tentando di spruzzarle dell'acido in faccia e cercando di colpirla alla testa con una mazzetta da muratore.
Fonte: http://roma.ogginotizie.it/238648-roma-sfigurato-in-volto-con-la-039-acido-e-stalking-della-ex/#.UYCsuoJsHP8


Nessun commento:

Posta un commento

Print