9 marzo 2013

Ad una donna di 38 anni i carabinieri di Verona hanno notificato il divieto di avvicinamento ad un’altra donna, quasi coetanea, che aveva perseguitato credendo che fosse l’amante di suo marito.
Infatti per circa 9 mesi aveva accusato ingiustamente la vittima di intrattenere una relazione con il suo uomo: per questo la donna la seguiva, anche sul luogo di lavoro, e la minacciava.
In un’altra occasione la donna l’aveva pedinata facendola uscire di strada con la macchina e procurando ferite non gravi a sua figlia di 10 anni.


Nessun commento:

Posta un commento

Print