13 ottobre 2012

(Adnkronos) - I carabinieri della stazione Roma San Pietro, che hanno intensificato i servizi finalizzati a contrastare il commercio abusivo e l'accattonaggio in via della Conciliazione e vie limitrofe, hanno denunciato, in stato di libertà, una 31enne di origini romene con l'accusa di impiego di minori nell'accattonaggio.
La donna, già conosciuta alle forze dell'ordine e appartenente al campo nomadi di via Salaria, è stata sorpresa dai militari nel sottopasso pedonale che collega Piazza del Sant'Uffizio al "Terminal Gianicolo", a due passi da Piazza San Pietro, mentre chiedeva l'elemosina servendosi della figlia di 4 anni.


Nessun commento:

Posta un commento

Print