1 settembre 2012

Impugna la pistola del convivente al culmine dell'ennesima lite e spara, ma il colpo in canna non c'è e l'uomo, un italiano di 65 anni, si salva. È accaduto la scorsa notte in una villetta nel centro di Grottaferrata, ai Castelli Romani, e la donna, una romena di 47 anni, è stata arrestata dai carabinieri. 
L'uomo - secondo la ricostruzione dei militari del Nucleo radiomobile di Frascati e della stazione di Grottaferrata - aveva deciso di interrompere la convivenza: di qui il litigio. La romena ha preso la pistola del compagno, regolarmente detenuta, l'ha puntata e ha fatto fuoco. Solo la fortuna ha voluto che il colpo non partisse poiché nella camera di cartuccia della pistola a tamburo, in cui la donna aveva caricato tre colpi, non era presente alcuna munizione, si legge in un comunicato del Comando provinciale dei carabinieri.
È stato il 65enne a chiamare i militari dopo aver disarmato la donna. La pistola e i proiettili sono stati sequestrati. La romena, arrestata, sarà processata per direttissima.


Nessun commento:

Posta un commento

Print