26 settembre 2012

Un colpo coltello alla gola al culmine di violenta lite. Una coppia di fidanzati residenti a Frosinone è stata arrestata dalle Volanti della Questura per il reato di "tentato omicidio". Ieri mattina, nei pressi dell'arco Campagiorni, hanno aggredito e ferito un giovane polacco.  La vicenda è avvenuta in una piccola abitazione del centro storico. A soccorrere lo straniero ferito sono stati alcuni commercianti che hanno chiesto aiuto al 113 e al 118. Tutto è avvenuto poco dopo le otto e trenta del mattino. L'alterco, secondo quanto ricostruito dal personale del vice questore Giuseppe Di Franco, responsabile dell'Upsg, sarebbe nato per questioni futili e poi degenerato. La coppia di fidanzati ha dapprima colpito il loro inquilino con una sedia e poi, la donna, ha afferrato un coltello da cucina e lo ha scagliato contro il collo del polacco. Un taglio profondo che ha costretto i medici del "Fabrizio Spaziani" ad applicare una decina di punti di sutura. L'uomo è stato giudicato guaribile in una decina di giorni.
L'arrivo, in pochissimi minuti delle Volanti della Polizia di Stato, impegnate in un servizio di prevenzione e controllo in zona, come disposto dal questore Giuseppe De Matteis, ha scongiurato il peggio. La donna, bloccata con il coltello tra le mani, è stata trasferita nel carcere romano di Rebibbia mentre il compagno è stato rinchiuso nel penitenziario di via Cerreto a Frosinone.


Nessun commento:

Posta un commento

Print