10 maggio 2012

NAPPY WALLEY – Una tragedia avvenuta a dieci giorni dal grande passo di trasferirsi nella casa dei loro sogni di Nappy Walley, una zona ricca del Wandsworth, ribattezzata così proprio per la beatitudine che si respira nell'area. Un posto scelto dai giovani professionisti per far crescere in pace i loro figli. Una dimora costata circa 1,5 milioni di sterline, completa di tutti i comfort. “Erano una coppia sulla trentina, la tipica coppia della classe media" spiega un vicino . "Non avevano ancora avuto modo di presentarci. Un peccato perché ancora non erano stati accolti adeguatamente nella nostra comunità, che è molto unita” ha concluso una vicina.
LONDRA – Un figlio di dieci settimane, un'altro di 14 mesi, una moglie bellissima e innamorata, un buon lavoro ed in ultimo la casa dei sogni appena comprata ed ammobiliata. Aveva tutto, tutto quello che una persona vorrebbe dalla vita. A tirare giù Jeffrey Boots dal castello tra le nuvole che si era creato ci ha pensato la moglie, in crisi depressiva post parto. La donna, infatti, in preda ad un raptus ha prima soffocato il neonato, e poi ha ucciso anche l'altra figlia di 14 mesi. Subito dopo, la donna, ha tentato di suicidarsi tagliandosi con un oggetto affilato entrambi i polsi. Questo l'epilogo della vita da sogno trasformata in incubo di un giovane uomo londinese.
L'uomo, tornato da lavoro nella loro nuova casa di Wandsworth, ha trovato dinanzi a sé i pezzi infranti della sua vita. Per i piccoli non c'è stato niente da fare. Nonostante i primi soccorsi apportati dall'uomo, all'arrivo dei soccorsi sanitari sono stati dichiarati morti. Fuori pericolo invece la donna, , Felicia Boots il nome, che dopo aver rifiutato in un primo momento di essere curata per le lesioni che si era inferta, è stata stabilizzata ed arrestata verso le 22.30 della notte scorsa dalle forze dell'ordine capitoline.
link alla notizia:
http://www.net1news.org/uccide-due-figli-nella-loro-nuova-casa-arrestata-mamma-depressa.html


Nessun commento:

Posta un commento

Print