14 maggio 2012

Accecata dalla gelosia, una donna di 56 anni di origine tedesca, Brigitte Skudlarek, ha seviziato il marito, Gabrio Gentilini, 61 anni con il supporto in marmo della carta igienica del bagno. L'uomo ha subito devastanti ferite: perforazione del retto, spappolamento dei testicoli. E' morto dopo ore di agonia all'ospedale di Livorno nonostante un delicato intervento chirurgico.
Il pm Antonella Tenerani ha disposto il sequestro dell'abitazione. La donna viene ancora interrogata alla caserma dei carabinieri e presto potrebbe scattare l'arresto.
La vicenda è accaduta a Livorno, in un quartiere residenziale.
La donna attende il marito sino a tarda notte. Quando l’uomo torna a casa e va a letto, la donna lo aggredisce con la sua arma improvvisata e lo sevizia ripetutamente. I colpi perforano l’intestino e lesionano gravemente i genitali.
Le condizioni dell'uomo peggiorano alcune ore dopo: un’emorragia, dolori lancinanti. Arriva l’ambulanza. La moglie viene accompagnata alla caserma dei carabinieri di via Fabbricotti. «Sì, sono stata io», ha confessato. Non è stata subito arrestata, ma in un primo momento solo denunciata per lesioni gravissime.


Nessun commento:

Posta un commento

Print