13 aprile 2012

Una madre di Washington è stata processata e condannata a 25 anni di carcere, che potrebbero trasformarsi in una condanna a vita, per aver abusato sessualmente della figlia di 9 anni.
Michael Ledee, 29 anni, di Brooklyn, è stato giudicato colpevole di associazione a delinquere finalizzata allo sfruttamento sessuale di un minore e possesso di materiale pedopornografico, per aver guardato tutto attraverso la sua webcam.
Ledee ha incontrato la donna on-line, le ha chiesta di abusare di sua figlia e la donna - il cui nome non è stato rivelato [come se fosse meno colpevole dell'uomo, il cui nome è stato pubblicizzato... - ndr] - ha accettato.
Ledee comparirà davanti al giudice Nicholas Garaufis e rischia fino a 35 anni di carcere.


Nessun commento:

Posta un commento

Print