16 aprile 2012

A Sampierdarena, in via Cantore, una peruviana, rientrata nell’abitazione di notte da una festa, ha litigato furiosamente con il proprio compagno perché voleva portare con sé il figlio della coppia, verso la casa dove è residente, guidando la propria autovettura, nonostante avesse bevuto parecchio e non fosse in grado di farlo: è qui il primo intervento della polizia, intervenuta per calmare gli animi.
Al mattino la donna, con ancora i postumi dalla sbornia, ha avuto una seconda lite, questa volta con la sorella del compagno: anche in questo caso è intervenuta una volante a riportare la calma e a convincere la donna a rimettersi a riposare.
Neanche un’ora dopo però, ecco il terzo intervento nell’abitazione dove la donna aveva appiccato un incendio in una delle stanze, spento dall’intervento del compagno. Questa volta per lei è scattata una denuncia per danneggiamento.


Nessun commento:

Posta un commento

Print