7 maggio 2017

La bimba, venuta alla luce da poche ore, trovata per caso da tre donne in un’area verde di via Costalunga. Trasportata al Burlo, non ce l’ha fatta.  Identificata la madre: ha calato la piccola in giardino con una corda


TRIESTE. Una ragazza di 16 anni è indagata per la morte della piccola neonata, trovata ieri in un giardino condominiale di via Costalunga e morta in serata all'ospedale Burlo Garofolo di Trieste. La notizia è stata confermata dalla questura di Trieste. La ragazzina abita con la famiglia nello stesso stabile in cui è stato rinvenuto il corpicino abbandonato tra immondizie, immondizie, mattoni e tegole. Adagiata su una pietra lunga quanto il suo corpicino di neonata.
Scrive il quotidiano milanese che la madre, agli uomini della Mobile di Trieste, intervenuti sul posto, ha confessato il drammatico gesto.


"Voleva liberarsi della sua creatura. Dice di non averla gettata né portata a braccia sul piccolo cumulo di calcinacci dove è stata ritrovata. «L’ho calata dal primo piano con una corda», singhiozza in lacrime. Secondo la prima ricostruzione, pare che la giovanissima madre abbia partorito in casa, forse prematuramente. Disperata, avrebbe pensato di disfarsi così della neonata".
"La ragazza - scrive il Corriere - sta facendo un corso per diventare cuoca, vive con la madre, che invece cuoca lo è di professione. Mentre il compagno della donna lavora per una compagnia assicurativa triestina. Tutti italiani. Denunciata a piede libero, la sedicenne è stata ricoverata e visitata da uno psichiatra. «Non mi ero accorta di nulla — ha detto la madre della ragazza — Ho pensato fosse un problema legato al ciclo». Verrà disposta un’autopsia sulla neonata per verificare la compatibilità delle dichiarazioni con i risultati delle indagini. «Sul corpicino c’erano delle ecchimosi», ha rivelato un investigatore".
L'autopsia sul corpo della bambina si terrà mercoledì 10 maggio, secondo quanto ha riferito il procuratore della Repubblica per il Tribunale dei Minori di Trieste, Leonardo Tamborini. Della giovane mamma indagata per il fatto, il magistrato ha precisato che "come già fatto con un caso analogo verificatosi a Monfalcone un anno fa, ci sarà l' incidente probatorio e verrà chiesta una perizia psichiatrica. Trattandosi di una minorenne, possiamo dire soltanto che non vive nelle case popolari, ma anzi ha una situazione famigliare non disagiata".

Fonte e notizia completa:  http://ilpiccolo.gelocal.it/trieste/cronaca/2017/05/07/news/neonata-abbandonata-trovata-nel-giardino-di-una-casa-1.15302088



Nessun commento:

Posta un commento

Print