8 maggio 2017

PORDENONE - Primo appuntamento da incubo, per un sedicenne pordenonese, adescato via Facebook da una coetanea e poi minacciato e rapinato da due amici della stessa ragazzina. Sullo sfondo di questa vicenda, accaduta sabato poco prima delle 23, c'è un'amicizia nata sul social network per eccellenza che probabilmente il sedicenne sperava diventasse qualcosa di più. Il ragazzino scambia qualche messaggio con la coetanea fino a che decidono di vedersi, di incontrarsi faccia a faccia, non più solo attraverso lo smartphone o il monitor di un pc.

E a fissare data, ora e luogo dell'appuntamento è lei: sceglie la stazione ferroviaria, poco prima delle 23 di sabato sera: il sedicenne si presenta in stazione, primi sguardi, il cuore che batte e lei prende le redini. «Andiamo in un posto più appartato» gli dice. I due si incamminano verso il parcheggio di via Candiani. Lui  immagina un finale piacevole. Ma così non è: una volta arrivati nel park la serata da favola si è trasformata in un incubo. Dal buio sono sbucati fuori due ragazzi  amici della ragazzina. Hanno spintonato il 16enne, minacciandolo: «Se non ci dai tutto quello che hai ti picchiamo».

Tre contro uno... Ovviamente il ragazzo ha consegnato loro l'IPhone nuovo e dieci euro.

Fonte: http://www.ilgazzettino.it/nordest/pordenone/adescato_e_rapinato_in_stazione-2426371.html


Nessun commento:

Posta un commento

Print