30 maggio 2017

Palermo, 30 mag. (AdnKronos) – La Polizia di Stato ha arrestato V. R., 20 anni di Belmonte Mezzagno (Palermo), in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari, emessa dal gip di Palermo. La donna è la compagna di D. F., il 22enne sempre di Belmonte Mezzagno, già tratto in arresto dagli agenti subito dopo il tentato omicidio di una pensionata, aggredita e ridotta in fin di vita nel suo appartamento di via Empedocle Restivo. Quello di V. R. è il terzo arresto dei ‘Falchi’ della sezione Contrasto al crimine diffuso della Squadra mobile per la violenta aggressione consumata qualche giorno fa nel capoluogo siciliano.
A distanza di qualche minuto dal violento pestaggio fu la stessa pensionata, stremata e gravemente ferita, a fornire agli investigatori i nomi dei suoi carnefici, consentendo alla Polizia di Stato di ricostruire movente e dinamica della spedizione punitiva. F., operaio impegnato in lavori di ristrutturazione nella casa della vittima, era stato accusato dalla donna di essersi appropriato di un portafogli e di alcuni monili trovati nell’appartamento durante i lavori. Così per convincere la vittima della sua innocenza il 22enne, in compagnia della convivente e di un amico 17enne, avrebbe raggiunto la donna nell’abitazione il pomeriggio del 7 maggio scorso.

Fonte: http://www.restoalsud.it/2017/05/palermo-pensionata-pestata-e-ridotta-in-fin-di-vita-arrestata-anche-una-donna/


Nessun commento:

Posta un commento

Print