19 aprile 2017

Denunciato il compagno per omissione di soccorso: ha assistito al pestaggio ma non è intervenuto. La piccola ricoverata al policlinico Gemelli per contusioni e ferite

 
Ha picchiato per mezz’ora la figlia di tre anni sotto gli occhi del compagno che non è intervenuto e forse anche di altri inquilini dell’appartamento. Per questo motivo una ragazza di 21 anni, originaria della provincia di Caserta ma residente a Roma, è stata arrestata dalla polizia con l’accusa di maltrattamenti in famiglia.
Il ricovero al Gemelli
La piccola è ricoverata dal giorno di Pasquetta al policlinico Gemelli con 40 giorni di prognosi per contusioni e ferite e soprattutto al volto, conseguenza dei colpi violenti ricevuti dalla madre. Gli investigatori del commissariato Primavalle indagano per ricostruire cosa sia accaduto la sera del 17 aprile scorso in un appartamento in via Angelo Fava, nella zona di Montemario alto.
Denunciato il compagno che non è intervenuto
La polizia ha anche denunciato per omissione di soccorso il compagno della giovane, un romeno con passaporto italiano che ha raccontato di aver assistito al pestaggio della piccola ma di non essere intervenuto. E per favoreggiamento personale potrebbero essere indagati altri inquilini che sono stati interrogati dagli agenti.
 

 


Nessun commento:

Posta un commento

Print