11 aprile 2017

Rapito a scopo di rapina, viene ucciso dopo 9 giorni e il corpo abbandonato nelle campagne di Terracina. Per la morte dell’imprenditore 81enne Umberto Esposito sono stati arrestati una coppia, 35 anni lui e 24 lei, di Fondi.

Avrebbero finalmente un nome e un volto gli assassini di Umberto Esposito, l'imprenditore 81enne il cui corpo è stato rinvenuto lo scorso 24 marzo nelle campagne di Terracina (Latina). Si tratta di una giovane coppia, un 35enne italiano e una ragazza di 24 anni di nazionalità romena, entrambi residenti a Fondi. Secondo i carabinieri di Latina sono loro ad aver rapito, legato e seviziato l'anziano a scopo di rapina. Sono accusati di sequestro di persona, omicidio, rapina, falsificazione di titoli di credito ed indebita utilizzazione di carte di credito e di pagamento.

L'81enne è scomparso lo scorso 14 marzo, e dal giorno dopo la famiglia ne aveva denunciato la scomparsa. Esposito si era recato a Latina, dove aveva incontrato i due sospettati. Qui la coppia lo avrebbe sedato somministrandogli dei sonniferi a sua insaputa, sequestrandolo e appropriandosi di due bancomat, una carta di credito e il libretto degli assegni della vittima, effettuando prelievi e acquisti in un centro commerciale di Formia e a Latina, e versando due assegni di 25mila euro sul proprio conto.

A più di una settimana dal rapimento, il 22 marzo secondo l'autopsia, Esposito è morto per "asfissia meccanica violenta", e la coppia si sarebbe liberata del corpo abbandonandolo, incaprettato con le mani e i piedi legati, nelle campagne di Terracina dove è stato ritrovato due giorni dopo.

Fonte: http://roma.fanpage.it/sequestrato-seviziato-per-giorni-e-ucciso-a-scopo-di-rapina-arrestata-giovane-coppia-di-aguzzini/


Nessun commento:

Posta un commento

Print