13 aprile 2017

E’ finita in manette e posta agli arresti domiciliari una giovane rom di Cassino che cedeva droga a credito, ma con interessi usurari saliti fino al 400% annui. A finire nella rete della donna un ragazzo tossicodipendente che, in cambio delle dosi di sostanze stupefacente, era arrivato a consegnarle i gioielli di famiglia, a garanzia di un debito salito a 40.000 euro.

Grazie all’attività investigativa, i carabinieri hanno potuto accertare la crudeltà e la cattiveria con le quali la donna, approfittando dello stato di tossicodipendenza del giovane, vendeva droga a credito, facendo lievitare in pochi mesi il debito a decine di migliaia di euro e sottoponendo l’usurato e la sua famiglia a continue minacce e pressioni psicologiche.
Ma al tempo stesso continuava a cedere droga al giovane in modo da far crescere ulteriormente il debito e gli esorbitanti interessi.
Al termine dell’operazione i Carabinieri hanno recuperato i preziosi e 10.000 euro in contanti frutto dello spaccio e dell’attività usuraia. Dopo l’arresto gli sono stati concessi i domiciliari.


Nessun commento:

Posta un commento

Print