9 febbraio 2017

Picchiata, costretta a fare le pulizie in casa, a dormire sul pavimento, e spesso lasciata a digiuno.
Dopo anni di angherie non ce l'ha fatta più una ragazzina cinese di 16 anni, residente a Prato, vittima di soprusi da parte del padre e della compagna, entrambi cinesi.
La matrigna era amorevole con le sue due bambine, di 11 e 7 anni, mentre la figliastra veniva rinchiusa per ore in uno sgabuzzino oppure obbligata a passare la notte per strada.
Quando era in casa era spesso schiaffeggiata e bastonata con un manico di scopa. A dicembre era finita anche al pronto soccorso, con una frattura alla mano che ha richiesto un intervento chirurgico.
La situazione è stata denunciata alle forze dell'ordine grazie all'intervento degli insegnanti della ragazza, con cui lei si era confidata.
Il padre, 40 anni, è stato arrestato mentre la compagna, 34 anni, è stata messa ai domiciliari.
La 16enne è stata affidata, per il momento, ai servizi sociali.


Nessun commento:

Posta un commento

Print