10 dicembre 2016




In due stavano bastonando una connazionale minorenne perché si è rifiutata di pagare 250 euro mensili di «pizzo» per potersi prostituire nella «loro zona»: sono state sorprese da una pattuglia del Commissariato di Rho Pero, una è fuggita, l'altra portata a San Vittore per rapina aggravata e tentata estorsione. È accaduto ieri a mezzogiorno, in via dei Fontanili, a Rho.

I poliziotti sono intervenuti dopo una richiesta di aiuto da parte di una donna straniera giunta alla centrale operativa e hanno colto le due in flagranza, mentre picchiavano selvaggiamente con un bastone la giovane, esanime per terra. Una delle donne si è dileguata velocemente nei campi, l'altra ha continuato a a percuotere finche gli agenti non l'hanno bloccata. La ragazza, priva di documenti, è stata identificata in E.F., 16enne nigeriana allontanatasi da un Centro di accoglienza extracomunitari per minori non accompagnati di Cosenza il 30 ottobre scorso: ha raccontato di essere giunta in Italia a bordo di un gommone a giugno e di essere scappata dal centro con l'aiuto di una connazionale per raggiungere la zona di Rho e prostituirsi, per aiutare la sua famiglia. È stata accompagnata presso una vicina casa di accoglienza in attesa della sua espulsione dal territorio Nazionale. La donna sorpresa con il bastone in mano è stata identificata in I.S., 31enne nigeriana, irregolare: addosso le sono stati trovati 70 euro sottratti alla ragazza mentre la stava picchiando.

Fonte:  http://www.ilmattino.it/primopiano/cronaca/prostitute_bastonano_squillo_minorenne_per_avere_250_euro-2132902.html


Nessun commento:

Posta un commento

Print