27 dicembre 2016

Un arresto per i fatti di ieri sul convoglio Empoli-Siena, dove alcuni stranieri si sono rifiutati di mostrare il biglietto e una 35enne di origini nigeriana è arrivata ad aggredire i carabinieri. Proprio quest’ultima, originaria di Certaldo, è finita in manette. Tutto è cominciato a Empoli, intorno alle 16, quando il capotreno ha chiesto il biglietto agli stranieri, i quali si stavano rifiutando, prendendolo a male parole e minacciandolo. A quel punto sono stati chiamati i carabinieri: da Empoli tre pattuglie si sono recate sul posto. Nel frattempo il capotreno era stato circondato sempre nel vagone del treno da una dozzina di nigeriani, che lo stavano accusando di essere razzista. L’apparizione delle divise ha fatto cambiare idea a molti, quasi tutti. Tranne la donna, che avrebbe affermato: “Sono in Italia, posso fare come voglio”. Gli altri ‘compagni di viaggio’ stavano cercando di convincerla che non era il modo più giusto di comportarsi di fronte alle forze dell’ordine.
L’identificazione stava diventando un processo troppo lungo e il treno stava perdendo minuti preziosi durante il viaggio pomeridiano, così i carabinieri hanno invitato la donna a seguirli per l’identificazione. Proprio allora ha cominciato a graffiare uno dei militari sulle mani per non farsi portare fuori dal treno. Con non poche difficoltà i carabinieri sono riusciti a contenerla e a portarla in caserma. Il treno quindi è ripartito con oltre mezz’ora di ritardo e la donna è stata arrestata per resistenza e violenza a pubblico ufficiale.

L’arresto è stato convalidato in serata e la donna, invitata dal giudice a non commettere più simili gesti, ha fatto pubbliche scuse al carabiniere che aveva aggredito, abbracciandolo in aula.
http://www.gonews.it/2016/12/27/caos-nel-treno-graffia-i-carabinieri-per-non-essere-identificata-arrestata-35enne/



Nessun commento:

Posta un commento

Print