23 novembre 2016

TARQUINIA - La brillante operazione è stata condotta dalla squadra di polizia giudiziaria unitamente alla squadra volante nei giorni scorsi, quando un commerciante straniero, dopo aver chiuso la sua attività e mentre si stava dirigendo verso casa, veniva aggredito da un soggetto, travisato con passamontagna che, brandendo un coltello, si faceva consegnare l’incasso che l’uomo conservava in tasca, poi dileguandosi dapprima a piedi e poi a bordo di un veicolo condotto da un complice. Il malcapitato, tuttavia, si metteva all’inseguimento del mezzo ma il complice alla guida minacciava di investirlo se non avesse desistito.
A questo punto il commerciante, a causa dell’aggressione, veniva colto da malore e condotto presso l’ospedale da dove veniva poi dimesso. Gli immediati accertamenti investigativi consentivano agli uomini del commissariato di individuare due soggetti, sospettati della rapina.
Contestualmente si effettuavano gli opportuni riscontri anche mediante diverse audizioni testimoniali, che permettevano di accertare che i soggetti bloccati, un uomo di 26 anni ed una donna di 30, fossero gli autori del grave fatto delittuoso.
I due sono stati tratti in arresto ed associati alla casa circondariale di Civitavecchia, il denaro sottratto tutto recuperato e riconsegnato al proprietario.

Proseguono i servizi di polizia giudiziaria e di controllo del territorio da parte del commissariato di Tarquinia volti a contrastare ogni illegalità sul litorale viterbese.
http://www.viterbonews24.it/news/arrestati-i-bonnie-e-clyde-di-tarquinia_70136.htm


Nessun commento:

Posta un commento

Print