25 novembre 2016

Arrestata dalla Squadra Mobile di Roma una romana di 26 anni con l'accusa di tentato omicidio. A quanto reso noto, si tratta di F. T. indagata del delitto di tentato omicidio per aver sferrato un colpo di accetta all'ex moglie di S. C., condannato a 23 anni di reclusione per l'omicidio di Serafino Cordaro, zio del compagno della 26enne arrestata all'alba di oggi.

Secondo gli investigatori, la sola presenza della donna nel quartiere R9 di Tor Bella Monaca, «in cui i Cordaro esercitano il proprio dominio», avrebbero scatenato l'ira di
F. T. che, immediatamente dopo averla vista, sarebbe corsa in casa per armarsi di accetta e si sarebbe scagliata contro di lei ferendola a un braccio. Nel corso dell'operazione è stata eseguita una perquisizione per blocchi di edifici in seguito alla quale sono scattate le manette per un'altra donna.

Ottanta grammi di cocaina, bilancini di precisione e 7.500 euro sono state trovati nella sua abitazione. L'attività di oggi si inserisce in una più ampia e costante azione di contrasto operata dalla Polizia di Stato e dalla locale Direzione Distrettuale Antimafia alle illecite attività poste in essere nel contesto territoriale indicato caratterizzato da un crescendo di attività criminali e di gravi delitti riconducibili a conflittualità e connessi a regolamenti di conti consequenziali e funzionali alla «conquista» di piazze di spaccio in quell'area, per affermare o rimarcare l'egemonia di un gruppo su un altro.

Negli ultimi cinque mesi sono state, infatti, diverse le operazioni concluse con l'arresto di numerosi appartenenti alla famiglie criminali che hanno radicato nel quartiere di Tor Bella Monaca il centro dei loro illeciti affari, nonché col sequestro di ingenti quantitativi di sostanza stupefacente e di armi.
 


Nessun commento:

Posta un commento

Print