28 settembre 2016

Il Gup di Tempio, Marco Contu, ha condannato a un anno di reclusione suor M. C., ex direttrice della Casa di Letizia, struttura tempiese che ospita persone con disabilità e pazienti psichiatrici.
La ex responsabile della comunità protetta è stata riconosciuta responsabile di una serie di episodi di maltrattamento, ai danni degli ospiti della casa di accoglienza.
Il pm Angelo Beccu, sulla base dei filmati effettuati dai Carabinieri di Tempio con microcamere, contestava una ventina di episodi. La tesi dell’accusa è che i malati sono stati spesso colpiti con schiaffi, il pubblico ministero ha basato la sua requisitoria su alcune testimonianze e sulle immagini fornite dall’Arma.
I difensori della suora, Angelo Merlini e Margherita Orecchioni, hanno escluso categoricamente violenze gratuite contro i malati. Merlini ha parlato di situazioni difficili e impegnative, affrontate con il massimo rispetto delle persone sottoposte a cure.
Il Gup ha accolto la tesi della Procura e ha concesso alla suora la sospensione condizionale della pena.


Nessun commento:

Posta un commento

Print