28 settembre 2016

Aveva scippato una vecchietta all’interno della stazione ferroviaria e, dopo averle rubato la borsetta, l’aveva lasciata per terra con il bacino rotto.
Era riuscita a far perdere le proprie tracce una minorenne di origini rumene che, lo scorso 11 agosto, aveva commesso una rapina a danno di una malcapitata 85enne di Arezzo.
Sono stati gli agenti della polizia ferroviaria di Arezzo ad acciuffare la responsabile dell’episodio e consegnarla al personale di una comunità di recupero per minori.
Ieri mattina, in ottemperanza all’ordinanza emessa dal gip del tribunale per i minorenni di Firenze, gli agenti aretini hanno rintracciato e arrestato la ragazza.
Le indagini, partite subito dopo l’accaduto, hanno richiesto anche il coinvolgimento della Polizia Scientifica del Gabinetto Regionale di Firenze – Sezione Unità Analisi Crimine Violento (U.A.C.V.). La scena infatti era stata ripresa dalle telecamere di sicurezza poste all’interno della stazione ferroviaria. I poliziotti aretini, proprio in quella circostanza, avevano riconosciuto la giovane che già in precedenza era stata sottoposta a controllo per altre ragioni.
I colleghi di Firenze al termine di una laboriosa ricostruzione sono riusciti ad effettuare una comparazione fisiognomica tra l’autrice della rapina e la sospettata. Il test ha dato esito positivo e per questo è stata arresta.


Nessun commento:

Posta un commento