31 agosto 2016

I carabinieri della compagnia Duomo, a Milano, hanno arrestato per resistenza a pubblico ufficiale, violenza e lesioni due sorelle rumene, di 40 e 42 anni, e un connazionale di 45 anni, compagno della prima. I tre, tutti pregiudicati, hanno messo a subbuglio per circa mezz'ora la caserma di Porta Garibaldi, compiendo atti autolesionistici e malmenando i militari dell'Arma presenti. Una pattuglia, percorrendo via Ponte Seveso, decide di controllare la 40enne e il suo fidanzato. La donna ha con sé un taglierino e un grammo di hashish, motivo per cui viene condotta in caserma a Garibaldi per un ulteriore accertamento.

La sorella e il compagno si fanno trovare fuori dagli uffici assieme a un amico connazionale. E quando, raggiunta la parente, si rendono conto che la donna dovrà rimanere in caserma per ulteriori accertamenti, scatta la ressa. Il 45enne, prima che la fidanzata entri nella stazione dei carabinieri, tira fuori dai pantaloni una lametta e si autolesiona procurandosi delle ferite al collo e alle braccia. Mentre lui, uomo particolarmente robusto, sanguina, le due sorelle colpiscono con calci, pugni e sputi i carabinieri. Una prende anche a morsi un militare. Sul posto arriva il 118, che porta l'uomo al Niguarda dove è stato medicato con diversi punti di sutura e dimesso con dieci giorni di prognosi. La situazione si calma dopo mezz'ora, e tutti e tre vengono arrestati per resistenza a pubblico ufficiale, violenza e lesioni.
 http://milano.repubblica.it/cronaca/2016/08/31/news/milano_carabinieri_aggrediti-146937342/?refresh_ce



Nessun commento:

Posta un commento

Print