17 agosto 2016

"Terrorizzarono anziani con scippi e rapine", Bonnie e Clyde chiedono scusa

Ammettono i fatti, chiedono scusa e in sostanza invocano una sentenza che tenga conto del loro ravvedimento: D.B., e la compagna S.T., presunti "Bonnie e Clyde", accusati di avere terrorizzato anziani con scippi e rapine, per la prima volta confessano.
I due imputati, ieri mattina, sono comparsi davanti al giudice dell’udienza preliminare Alessandra Vella che dovrà giudicarli con rito abbreviato. È stata questa la scelta difensiva dei loro legali, gli avvocati Salvatore Pennica e Domenico Russello, dopo che nei loro confronti è stato disposto il giudizio immediato che salta l’udienza preliminare. Non ci sarà, quindi, alcun dibattimento e si deciderà allo stato degli atti, sulla base degli elementi emersi nella fase delle indagini preliminari.
Le vittime sarebbero state fermate per strada con una scusa ("ci siamo persi, ci dà delle informazioni su come raggiungere un posto?") e poi scippate della collana o di altri oggetti. I carabinieri, lo scorso settembre, hanno sottoposto i due indagati a una misura cautelare: Bruccoleri è stato posto ai domiciliari, la donna fu sottoposta all'obbligo di dimora. Il primo colpo era stato messo a segno il 17 agosto a Grotte, il 19 a Racalmuto, ed ancora nello stesso centro il 24 agosto. Infine l’ultima anziana era stata scippata il 26 agosto a Castrofilippo.
Il processo è stato rinviato al 20 settembre per le conclusioni di tutte le parti.


http://www.agrigentonotizie.it/cronaca/terrorizzarono-anziani-con-scippi-e-rapina-bonnie-e-clyde-chiedono-scusa-12-luglio-2017.html



Nessun commento:

Posta un commento