18 aprile 2016

Firenze, 18 aprile 2016 - Una rapinatrice seriale ha fatto vivere momenti di paura e concitazione nella zona compresa tra Lungarno del Tempio e Piazza Beccaria, tra le 18 e le 19 dell’altra sera. Ha seminato il panico commettendo tre rapine, di cui una non riuscita fino alla fine. Intorno alle 19, icarabinieri del Radiomobile, sono interventi nei giardini di Lungarno del Tempio per la richiesta di aiuto di una ragazza. La poveretta ha raccontato ai militari che mentre spingeva il carrozzino col cuginetto di un anno appena all’interno dei giardini è stata avvicinata da una sconosciuta che, dopo averle rivolto al parola, all’improvviso ha cominciato a minacciarla: "Stai calma. Ho un coltello. Dammi tutti i soldi sennò uccido te e il bambino".
La vittima, terrorizzata, ha consegnato i 20 euro che aveva in borsa. La rapinatrice si è allontanata verso via Orcagna, continuando a minacciarla. I carabinieri si sono messi immediatamente sulle sue tracce. Nel corso delle ricerche, dopo circa una ventina di minuti dall’intervento, la Centrale operativa ha diffuso un’altra nota via radio: anche in via Arnolfo e in via Giotto, si erano verificate altre due rapine, di cui una tentata, portate a termine con le stesse modalità nei confronti di altre due donne. Le vittime avevano dato la medesima descrizione della rapinatrice. Il capo centrale ha fatto convergere in zona diverse autoradio per serrare le ricerche di questa donna che diceva di essere armata di coltello. La mossa si è rivelata vincente, dopo pochi minuti dall’ultimo episodio, i militari di una delle pattuglie del radiomobile hanno notato una donna che corrispondeva perfettamente alle descrizioni ricevute. 
Quest’ultima alla vista della gazzella, aveva iniziato a correre in direzione via Arnolfo, Piazza Beccaria, con il chiaro intento di sfuggire al suo arresto. I carabinieri si sono messi all’inseguimento e sono riusciti a raggiungere la fuggitiva. Lei non si è arresa e ha cercato dio reagire all’arresto ma è stata ammanettata. Si tratta di una 35enne fiorentina arrestata, in flagranza di reato, con l’accusa di rapina continuata e resistenza, già nota alle forze dell’ordine per reati specifici. La donna, tossicodipendente, era sicuramente in astinenza e alla disperata ricerca di denaro per poter acquistare una dose di droga, seminando il panico in una zona della città.
 di AMADORE AGOSTINI


Nessun commento:

Posta un commento

Print