26 marzo 2016

Obbligava la madre ottantasettenne malata a stare in piedi vicino alla porta dell’ingresso del loro appartamento per ore. Lo faceva per punirla quando si comportava male.
Altre volte la lasciava in cortile, di giorno e di notte, e le lanciava il cibo dal balcone.
La protagonista di questa storia inquietante raccontata dal Corriere della Sera e che riguarda un'anziana malata e la figlia-aguzzina è una cinquantanovenne che è stata arrestata per maltrattamenti.
Quando l'11 marzo scorso due giovani agenti della polizia locale sono entrate nel cortile di un condominio di Milano hanno trovato la vittima, affetta da un principio di demenza senile, seduta su una panchina, infreddolita.
E' stata la conferma delle numerose segnalazioni dei vicini.
Racconti inquietanti: "Un giorno rientrando a casa ho visto la signora seduta sui gradini", ha riferito un testimone. "Le ho chiesto come mai si trovasse lì e mi ha risposto di aver litigato con la figlia che dopo una discussione l’aveva buttata fuori di casa". L'uomo l'ha trovata lì altre volte, anche di notte.
"Passava così intere giornate, fino a tarda sera", ha raccontato un'altra testimone.
Al termine delle indagini la figlia è finita in cella e l'anziana in un centro specializzato.


Nessun commento:

Posta un commento

Print