11 dicembre 2015

Una storia che si svolge fra Palermo e Napoli, tra un uomo e una donna. Una donna costringeva la figlia di 13 anni a masturbarsi per poi inviare le immagini (riprese dalla madre) a un quarantenne residente a Palermo.
La suddetta donna, di 44 anni, napoletana, risulta essere adesso agli arresti domiciliari, mentre il destinatario delle foto è finito in carcere. Entrambi sono accusati di violenza sessuale e detenzione di materiale pedopornografico.
Fra gli elementi di accusa che hanno giocato un ruolo fondamentale, ci sono le dichiarazioni della ragazza. In più, determinante è stato l’esito degli accertamenti sul materiale informatico sequestrato dagli inquirenti nelle abitazioni dei due indagati.
Dall’inchiesta portata avanti dalla procura di Napoli, l’emissione di due ordinanze di custodia cautelare. Gli arresti sono stati eseguiti dagli agenti del commissariato di Scampia, della squadra mobile di Napoli e del commissariato Brancaccio di Palermo.

link alla notizia:
http://napoli.zon.it/donna-porno-figli/


Nessun commento:

Posta un commento

Print