16 novembre 2015

Minaccia carabinieri con bisturi e poi se la prende con il pm

Ha dato in escandescenze in aula, durante il processo per direttissima, e il giudice Lucia Graziosi ha disposto nei suoi confronti una perizia psichiatrica che è stata effettuata dal professor Massimo Biza in una delle celle del tribunale di via Borfuro.
La donna - un'insegnante di 59 anni, residente in un comune dell'hinterland di Bergamo - è stata giudicata affetta da un disturbo bipolare maniacale, con aspetti persecutori, e quindi incapace di affrontare il dibattimento. E' stata ricoverata nel reparto di psichiatria dell'ospedale cittadino.
La donna era stata arrestata domenica pomeriggio dai carabinieri di Seriate: si era presentata in caserma per denunciare una presunta aggressione subìta. Ma poco prima del suo arrivo i militari, avevano ricevuto la telefonata di un uomo che diceva di essere stato aggredito. Quando la 59enne si è presentata davanti a loro, l'hanno invitata a mostrare il contenuto della sua borsa. A quel punto ha perso le staffe, ha afferrato un bisturi e ha minacciato i carabinieri, urlando:"Vi accoltello".
E' stata quindi arrestata per resistenza a pubblico ufficiale e ieri mattina è comparsa davanti al giudice Lucia Graziosi per il processo per direttissima. Ad un certo punto, però, ha perso la testa, si è alzata e ha iniziato a inveire con fare minaccioso contro il pm che la stava interrogando:"Deve cambiare mestiere". La giudice è stata costretta a chiamare le guardie dell'istituto di vigilanza privata che si occupano della sicurezza a palazzo di giustizia, che sono riusciti a calmarla. Poi la perizia psichiatrica.

link alla notiza:
http://www.ilgiorno.it/bergamo/donna-perizia-1.1491349


Nessun commento:

Posta un commento

Print