2 novembre 2015

Avevano assaltato un impianto della Q8 ferendo il figlio del titolare (pistola alla testa)
I carabinieri hanno fermato due uomini e una donna che ha aiutato i due a fuggire.

I carabinieri hanno fermato i presunti autori di una rapina compiuta mercoledì scorso ad Altamura, provincia di Bari, ai danni della stazione di servizio Q8, nei pressi dell'ufficio postale centrale.
I militari hanno fermato un 19enne incensurato, ritenuto colui che, pistola in pugno, sparò e ferì il titolare del distributore, e un 34enne, con precedenti penali, entrambi del posto. Fermata anche una donna che avrebbe aiutato i due rapinatori a disfarsi della pistola. Dopo il colpo, i malfattori erano andati a fare shopping.
I fermati sono A. L. di 19 anni, N. S., di 34 anni, e Francesca L., di 52 anni. Sono tutti accusati di concorso in rapina aggravata. Laterza risponde anche di tentato omicidio.
La ricostruzione della dinamica è stata possibile grazie alle telecamere di sorveglianza della stazione di servizio: ad esplodere i colpi di pistola ad altezza d'uomo è stato il 19enne che ha puntato l'arma prima contro il gestore dell'impianto, salvo per miracolo, e poi contro il figlio, sparando e ferendolo alla spalla. I malviventi i hanno quindi arraffato una manciata di denaro, circa 300 euro, e poi sono fuggiti a bordo di una Fiat Uno bianca abbandonata poco dopo.
Grazie ad altre telecamere presenti lungo il percorso della fuga, L. e S. sono stati ripresi mentre salgono a bordo di un'altra auto «pulita» condotta da Francesca L.. Insieme i tre si sono diretti in campagna dove hanno sotterrato l'arma per poi raggiungere un supermercato dove hanno fatto acquisti con i soldi della rapina.

Fonte: http://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/bari/cronaca/15_novembre_02/prima-rapina-poi-shopping-arrestata-banda-distributore-8f393ebc-8138-11e5-92a7-c43c9f386659.shtml

 


Nessun commento:

Posta un commento

Print