26 settembre 2015

È finita agli arresti domiciliari un'educatrice di 55 anni di un asilo di Collecchio, nel Parmense, accusata di avere maltrattato più volte un gruppo di bambini della sua classe.
Dodici piccoli, tutti al di sotto dei tre anni, che la donna sistematicamente colpiva con calci e pugni, con suppellettili varie o anche strattonandoli per i capelli, sollevandoli da una parte all'altra dell'aula. I comportamenti della donna sono stati immortalati dalle telecamere nascoste dei Carabinieri a cui una collega della educatrice sotto accusa aveva fatto denuncia lo scorso mese di maggio.

La donna, quando rimaneva sola in aula, era costantemente preda di scatti di ira e si accaniva sui piccoli. Da qui le indagini dei militari della stazione di Sala Baganza e della compagnia di Salsomaggiore Terme, che hanno poi portato alla decisione del giudice per le indagini preliminari, il quale ha disposto gli arresti domiciliari per la maestra con l'accusa di maltrattamenti verso fanciulli. La donna, sposata e con figli, ha una lunga esperienza di insegnamento e mai, sino ad oggi, aveva avuto problemi per il proprio modello educativo, tanto che nessun genitore si era accorto mai di nulla.
L'attività del nido 'Salvador Allendè, dove operava l'educatrice arrestata, non si è mai interrotta visto che le indagini hanno verificato come i comportamenti anomali fossero da addebitare esclusivamente alla 55enne poi arrestata.

Fonte: http://www.ilmessaggero.it/PRIMOPIANO/CRONACA/parma_calci_pugni_bimbi_maestra_asilo_domiciliari/notizie/1589149.shtml#


Nessun commento:

Posta un commento

Print