26 settembre 2015

Corso Calatafimi, rapinano anziana in casa ma dimenticano chiavi dell'auto: un arresto
Saccheggia la casa di un'anziana, poi dimentica le chiavi dell'auto: arrestata rapinatrice distratta. E' uno dei retroscena che emergono dopo il blitz nell'appartamento di un'anziana di 83 anni di via Mulè, nei pressi di corso Calatafimi, che ieri ha portato all'arresto di una ventinovenne, che ha agito insieme a un complice, tuttora ricercato. I due avevano assaltato la casa fingendosi impiegati del gas. La vittima inzialmente era stata avvicinata nell'androne del palazzo con la scusa della lettura del contatore del gas. Ma dopo essere stati respinti, sono tornati alla carica. Così hanno atteso il rientro in casa della donna, uscita di casa per sbrigare alcune faccende domestiche.
Si sono appostati sul pianerottolo, poi le hanno tappato la bocca, spingendola all’interno. La vittima è stata chiusa in una stanza. Rubati mille euro e monili vari. Poco dopo però la signora ha avvertito telefonicamente la polizia. All'arrivo delle volanti i malviventi erano già scappati, ma la donna - una volta liberata - ha consegnato agli agenti intervenuti le chiavi di un’auto che la coppia di rapinatori aveva perso nel corso del raid all’interno dell’appartamento. Grazie anche al contributo fornito da alcuni testimoni che avevano notato due persone "mai viste" dirigersi verso una Fiat Seicento, dopo alcuni accertamenti i poliziotti sono risaliti all’intestataria della macchina.
Dopo le incalzanti domande degli investigatori la ventinovenne ha ammesso di avere partecipato alla rapina. Trovati nel corso di una perquisione in casa dei genitori, anche i vestiti con cui la donna aveva effettuato l'assalto. E' stata arrestata e portata al ‘Pagliarelli’. Indagini in corso per risalire agli altri componenti della banda.

http://www.palermotoday.it/cronaca/finti-impiegati-gas-rapina-donna-arresto.html


Nessun commento:

Posta un commento

Print