6 settembre 2015

La madre era la ‘regina’ della Zen di Palermo, passata alle cronache con il nomignolo di mamma eroina. Il suo ‘regno’ nato negli anni ’70 e ’80, era tornato in auge negli anni ’90 ed all’inizio del 2000 anche grazie all’attività del figlio maschio, poi arrestato dai carabinieri nel 2003. La figlia femmina, oggi, si arrangia con le rapine condotte insieme al convivente.
La polizia di Stato ha arrestato due conviventi Renato Gottuso, 44 anni e Maria Buccheri, 39 anni, la figlia, appunto, di mamma eroina, per una rapina messa a segno lo scorso 6 settembre al supermercato Lidl di via Bernini a Palermo.
Gli agenti del commissariato Zisa e Borgo Nuovo sono risaliti ai due grazie ai filmati del sistema di videosorveglianza. I due nel corso della rapina avevano avuto anche una colluttazione con il direttore del supermercato e con un vigilante. Ma riuscirono a fuggire lo stesso.
I filmati della videosorveglianza non lasciano adito a moltio dubbi e il furto, iniziato con circospezione, poi diventa plateale.

Singolare proprio il ruolo di Maria Buccheri, la figlia di Anna Corradi che tra gli anni 70 e 80 era stata coinvolta nel mercato di droga dello Zen di Palermo.


Nessun commento:

Posta un commento

Print