19 agosto 2015

Usa, una 22enne uccide la figlioletta dandole fuoco in mezzo alla strada

La donna ha cosparso di liquido infiammabile la piccola e quindi ha appiccato le fiamme. La polizia ha tentato di salvare la neonata, che però è morta in ospedale

Una 22enne del New Jersey, Hyphernkemberly Dorvilier, è stata incriminata per omicidio con l'accusa di aver dato intenzionalmente alle fiamme la sua bimba neonata dopo averla cosparsa di liquido infiammabile, e di averla poi lasciata bruciare in mezzo ad una strada a Pemberton Township, vicino a Philadelphia.
La polizia ha cercato di soccorrere la bimba, che però è morta poco dopo il ricovero in ospedale.
La vicenda risale a venerdì notte, quando una pattuglia della polizia, allertata da un telefonata, è accorsa a Pemberton Township, a una cinquantina di chilometri da Philadelphia, trovandosi di fronte una scena raccapricciante. La bimba, che ancora bruciava, era viva e respirava. Immediatamente gli agenti si sono adoperati per spegnere il fuoco e hanno chiamato un elicottero per trasportare la piccina in ospedale a Philadelphia: le ferite subite dalla neonata erano però troppo gravi, e un paio d'ore dopo il ricovero la piccina è morta.
La madre, all'arrivo della polizia, era ancora al fianco della figlia e piangeva istericamente, ma alcuni testimoni l'hanno vista cospargere la figlioletta con un liquido infiammabile dandole poi fuoco. Gli agenti l'anno arrestata, e ora per la donna è scattata l'incriminazione per omicidio.


Nessun commento:

Posta un commento

Print