19 agosto 2015

Una nomade è stata denunciata per detenzione di arma impropria e minacce perché voleva a tutti i costi fumarsi una sigaretta all’interno della stazione “Policlinico”, della linea B della metropolitana di Roma.
E’ successo ieri pomeriggio quando l’attenzione di una poliziotta fuori servizio è stata attirata da una lite piuttosto animata tra due donne, tra cui una rom, che stavano spintonandosi e insultandosi a vicenda con il rischio che la cosa potesse degenerare da un momento all’altro. E così l’agente non ci ha pensato un attimo ed è intervenuta subito per cercare di calmare le acque. Ma la cosa non è stata facile, tanto che una delle due è riuscita a scappare e l’altra, invece, è stata immobilizzata in attesa dell’arrivo di altri poliziotti.
La lite sarebbe scaturita perché la nomade stava fumando all’interno della fermata e l’altra donna le ha fatto notare che la cosa era vietata. Di fronte alla richiesta di smettere, la nomade è andata in escandescenze e con un taglierino si è scagliata contro la passeggera per tentare di colpirla. Ma per fortuna l’intervento delle forze dell’ordine ha evitato il contatto tra le due e ha permesso di denunciare la giovane rom, cittadina italiana, con l’accusa di minacce e possesso di arma impropria.
Fonte: http://www.ilmessaggero.it/roma/roma_nomade_fuma_metro_rissa/notizie/1522326.shtml


Nessun commento:

Posta un commento

Print