5 luglio 2015

Avevano vissuto una notte di passione e poi la scoperta da parte dell’uomo di essere stato denunciato dalla compagna di letto. E’ questa la disavventura capitata ad un 39enne di Aversa che si e’ ritrovato in carcere con l’accusa di rapina.

L’uomo, infatti, ha spiegato agli inquirenti di aver trascorso qualche ora con una donna di Orta di Atella e che i 100 euro che lei asseriva le fossero stati rubati, in realta’, non erano altro che la somma utilizzata per pagare l’albergo di Parete dove avevano trascorso la notte.
L’uomo veniva scarcerato dal gip con l’obbligo di firma ai carabinieri e, proprio mentre si trovava in caserma, il 39enne riceveva una telefonata dalla donna che gli chiedeva 100 euro per ritirare la denuncia. A quel punto l’uomo faceva ascoltare la telefonata ai carabinieri presenti che poi, in collaborazione con altri colleghi, verificavano il pagamento della somma richiesta a cui faceva seguito il ritiro della denuncia da parte della donna. La quale veniva poi arrestata insieme al compagno per estorsione, spiegando che si era giustificata dell’assenza dei soldi col proprio compagno parlando della rapina e che lo stesso lo aveva convinto a presentare la denuncia.
http://www.casertace.net/cronaca/sesso-e-tradimenti-i-due-amanti-vanno-in-un-albergo-poi-lei-di-orta-di-atella-denuncia-lui-di-aversa-per-furto-smascherata-viene-arrestata-per-estorsione-20150705.html


Nessun commento:

Posta un commento

Print