21 aprile 2015

Ergastolo. Questa la pena inflitta a Megan Huntsman, 40enne dello Stato americano dello Utah, accusata di aver ucciso sei dei suoi figli neonati e di averne occultato i cadaveri in garage, in quella che la stampa statunitense ha ribattezzato "la casa degli orrori".
Nel corso del processo la pubblica accusa ha definito la donna senza mezzi termini "un'assassina incredibilmente indifferente e insensibile". Lei stessa non ha mai negato le sue responsabilità, confessando gli omicidi e giustificandosi dicendo di essere troppo dipendente dalle metanfetamine per potersi prendere cura dei bambini.
Raccapricciante la ricostruzione dei delitti emersa durante l'inchiesta: per non essere scoperta, la Huntsman nascondeva le gravidanze, dava alla luce i piccoli in casa e poi li soffocava e strangolava con le sue mani pochi minuti dopo la loro nascita.
A scoprire il primo corpicino era stata una delle figlie più grandi della donna, mentre puliva il garage con il padre, Darren West. Era l'aprile del 2014 e l'uomo era da poco tornato a casa dopo aver scontato otto anni di carcere per reati legati alla droga.
link alla notizia.
http://www.unionesarda.it/articolo/notizie_mondo/2015/04/21/uccideva_i_figli_e_li_nascondeva_in_garage_stati_uniti_ergastolo-3-415797.html


Nessun commento:

Posta un commento

Print