24 marzo 2015

E' accaduto in Colorado, a Boulder, dove una ragazza di dodici anni ha cercato di avvelenare la madre con la candeggina: la sua colpa? Averle sottratto l'iPhone, per punizione.
La madre si era insospettita già una settimana fa, quando, in procinto di far colazione, si è accorta che il frullato che stava per bere emanava odore di candeggina. Sulle prime ha creduto che la stoviglia non fosse stata ben sciacquata dopo il lavaggio, per cui ha lasciato perdere e gettato la colazione.
Nei giorni scorsi, però, la donna ha dovuto arrendersi all'evidenza: la caraffa d'acqua che tiene normalmente vicino al letto, emana lo stesso inconfondibile odore. Per questo, la madre decide di affrontare la figlia, che confessa tutto.
Ora si trova in un istituto penale per minorenni. Dovrà rispondere dell'accusa di tentato omicidio di primo grado.


Nessun commento:

Posta un commento

Print